Tuesday, Nov. 12, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 23 Nov 2012

|

 

Storia di un fold con il punto nuts: “Il piatto perso valeva un appartamento in Finlandia!”

Storia di un fold con il punto nuts: “Il piatto perso valeva un appartamento in Finlandia!”

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Ville Wahlbeck sul suo blog parla di alcuni episodi che riguardano la sua carriera da pokerista, specialmente quei fold che sono costati numerosi dollari.

Era il 2004 – racconta Wahlbeck – e partecipai ad uno dei miei primi tornei, il PokerStars Caribbean Adventure che prima si giocava su una nave da crociera. Tra un torneo e l’altro ero seduto ad un tavolo no-limit cash game. Ero impegnato in una mano con un board che recitava AKJK7.

Il mio avversario ha puntato e io ho chiamato con J9, mentre lui ha girato J6. Si trattava quindi di uno split pot: io mostrai solo il mio Jack, gettando il 9 nel muck. Il dealer spinse l’intero piatto verso il mio avversario dicendomi: “Signore, è necessario mostrare tutte le carte. Altrimenti, è perdente”.”

Ma anche online capita spesso di perdere delle mani anche con il punto nuts: per Wahlbeck la cosa più brutta è la perdita di connessione “che prima accadeva molto più spesso a causa di connessioni internet poco affidabili.”

Ma il vero “dramma” è capitato al suo amico Sami “LarsLuzak” Kelopuro che per colpa di un imprevisto ha perso un pot “che aveva un valore di un piccolo appartamento in Finlandia.”

Ecco il racconto dell’aneddoto: “LarsLuzak stava giocando una partita high stakes No Limit Heads Up e al river aveva chiuso il punto nuts. Il suo avversariò andò all-in. LarsLuzak era ovviamente felice, si stava “leccando i baffi” avanti al monitor mentre procedeva per il call.”

Ma qui accade l’imprevisto. “Il cursore del mousecontinua Villenon si muoveva. Stava giocando con un mouse cordless e si eranono appena scaricate le batterie. Sami iniziò a correre per casa alla ricerca di nuove batterie, ma il timer al tavolo online continuava il conto alla rovescia. Alla fine Sami guardò impotente il fold.”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari