Tuesday, Nov. 12, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 3 Ago 2013

|

 

MaxShark: che amarezza la bolla al tavolo finale IPT!

MaxShark: che amarezza la bolla al tavolo finale IPT!

Area

Vuoi approfondire?

E’ ancora dura da digerire, a quasi una settimana dalla fine dell’IPT di Sanremo, la bolla del final table che ha costretto Massimo “MaxShark” Mosele, capitano del team pro PokerYes, a star lontano dal palcoscenico televisivo e da premi ben più sostanziosi di quello che si è garantito (9.600€) dopo la lunga cavalcata in un field sì ristretto ma decisamente arduo da affrontare.

Le parole non tradiscono un’emozione ancora a fior di pelle per il professionista torinese e nell’intervista che ci ha rilasciato traspare tutto il disappunto per un risultato che sarebbe potuto essere molto migliore di quello ottenuto, con una picca certamente da rimpiangere, vista da vicino ma non alzata. Sentiamo cosa ci ha raccontato.

La bolla del tavolo finale è un risultato strano, diversa dalla bolla dell’ITM ma comunque lascia un po’ di amaro. Come ti senti dopo questo risultato?

La bolla dell’ITM ti lascia l’amaro in bocca ed è sempre brutto farla perché oltre a non piazzare la bandierina non vinci nulla, perdendo pure il costo del buy-in, ma la bolla del final table, anche se in apparenza migliore perché comunque sei a premio, a mio modo di vedere invece è peggiore perché solo al final table, con le attuali distribuzioni dei premi negli mtt, vedi  profitti enormi.

Ti dico infatti che, come professional poker player, preferirei assolutamente che i premi fossero più spalmati per evitare queste delusioni e per diminuire la terribile varianza che presentano i tornei. Non è mai bello mettere il proprio lavoro in mano alla fortuna perché è risaputo che pochi spot, coinflip o cooler, dai 15/20 left in poi, diventano fonte di forti stress perché spostano cifre enormi.

Durante l’ultima bolla del final table all’IPT di Sanremo, per esempio, i tre short che sono riusciti a raddoppiare, in flip o addirittura partendo dietro, hanno vinto in sequenza invece che i miei 9.600 euro, 90.000, 27.700 e 22.000 euro.

Come vedi una singola mano, in quel momento delicatissimo, può triplicare, quintuplicare o addirittura decuplicare il risultato economico di ore ed ore e varie centinaia di mani giocate durante i vari giorni dell’evento stesso.

I tornei giocati a Vegas con buoni risultati come hanno influenzato il tuo stile di gioco una volta tornato in Italia?

I tornei di Las Vegas non hanno influenzato il mio stile di gioco. Anche se certi colpi, tipo gli assi crackati al river dalla coppia di 3 all’evento da 5.000$ a pochi passi da braccialetto e 610.000$, possono influenzare ovviamente l’umore e ti innervosiscono anche per i tornei successivi. Uno dei miei punti di forza, però, è mantenere l’A-game, quindi, anche se ai tavoli gioco un po’ demoralizzato, il mio stile di gioco non ne è assolutamente influenzato. Comunque, nonostante quel terribile colpo che mi ha spostato circa 150.000$ di EV, in linea generale sono soddisfatto, perché ho ottenuto 3 ITM su 12 eventi giocati per circa 40.000$ di profit.

Dopo l’ottima performance nella leaderboard IPT dell’anno scorso, si parte subito bene anche quest’anno. Proverai l’assalto alla classifica IPT?

Certo, ci proverò anche se ho saltato, a causa delle WSOP, la prima tappa. Spero solo di non fare anche lì la bolla dei premi come ho fatto l’anno scorso per un solo punto. Purtroppo non ho fatto ITM nella tappa IPT finale dove sarei balzato primo, ho fatto poi un 13° ed un 9° ai due eventi successivi giocati dell’Italian Poker Tour. Comunque cercherò di mantenere la costanza di risultati che ho ottenuto negli ultimi anni ed arrivare in fondo tra i primi.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari