Thursday, Sep. 16, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 25 Ott 2013

|

 

“wally7676”: da team leader aziendale a grinder di MTT online… per 2 sere a settimana!

“wally7676”: da team leader aziendale a grinder di MTT online… per 2 sere a settimana!

Area

Vuoi approfondire?

Se pensate ad un grinder dell’online, qual è l’identikit che vi viene subito in mente? Io, ad esempio, penso subito ad un ventenne, appassionato di computer, che “mangia” forum e siti per trarre il meglio dal poker online, cercando quel guadagno che, ahinoi, sempre più difficilmente proviene da un lavoro “normale”, difficile da trovare come il mono-out.

La storia di “wally7676”, invece, è diversa. Va in controtendenza, anche se non totalmente. Ci siamo conosciuti, un paio di anni fa, sulla fan page di Flavio Ferrari Zumbini che, ai tempi, era uno dei ritrovi più frequentati per parlare di poker, un “bar sport” specializzato dove trovavi divertimento ed aiuti tecnici da parte di quelli che, giorno dopo giorno, finivi per considerare amici.

“wally7676” è stato, sin da subito, uno di loro: aveva sete di imparare, perché andava rotto con top pair no kicker, perdendo. Postava mani e, grazie alla sua educazione ed umiltà, ha trovato quei consigli e quelle conoscenze che, pian piano, miglioravano il suo poker.

Wally però non era un ragazzino, anche se la voglia di imparare, forse, era addirittura superiore. Era già padre di famiglia, con due splendidi bambini ed una moglie che, fortunato lui, ha sempre appoggiato la sua nascente passione per il poker online. Non solo: dietro a questo nickname c’è un 37enne team leader di un’importante azienda che, al poker, chiede divertimento e non solo profit. Il tutto con un approccio professionale che, in poco tempo, lo ha portato a diventare un rispettato grinder di mtt multiroom ad abi 20€.

Non tutti ti conoscono: chi è wally7676?

Gioco a poker da 4 anni, ma da 2 con costanza. Attualmente gioco mtt multiroom ad abi 20€.

Hai una posizione di rilievo nell’azienda per la quale lavori: come riesci ad impegnarti nel poker dopo giornate lavorativamente intense?

Sicuramente questo è un grosso svantaggio. Cerco di farlo in serate dove sono relativamente poco stanco, ma questo non capita quasi mai. In media gioco, dunque, due sere a settimana.

Cosa spinge, dunque, un 37enne come te a buttarsi in una passione “faticosa” quale il poker online?

Prima del profit, è il dimostrare a me stesso di valere qualcosa. Inoltre ho trovato nel poker una community interessante con la quale mi diverto molto ad interagire.

Ricordi un momento preciso in cui hai pensato “basta, voglio provare a fare sul serio col poker”?

Quando 4 anni fa iniziai a giochicchiare, ricordo che durante un mtt da 10€ di Pokerstars ebbi la precisa sensazione che niente e nessuno mi avrebbe staccato da questo giochino fino a quando non avessi ottenuto la soddisfazione di arrivare a vincere quel torneo. Il che non è avvenuto, è per quello che sono ancora qua! (ride)

L’iniziare a giocare non a 20 anni credi ti abbia aiutato in qualche modo? Credi di avere più consapevolezza di ciò che fai?

La principale differenza è che se avessi cominciato prima ci avrei sicuramente dedicato più tempo, con effetti positivi sui risultati pokeristici, ma altri meno prevedibili nella real life.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Hai una bella famiglia: come riesci a conciliare le serate di grinding con moglie e figli? Appoggiano la tua passione?

Il verbo esatto varia tra il “subire” ed il “tollerare”. In generale, sono grato a mia moglie per la pazienza.

Il giocare a poker ti ha anche migliorato a livello lavorativo?

Questo penso sia interessante. Ha indubbiamente aggiunto qualità (propensione al rischio e gestione del conflitto, ad esempio) che mi sono tornate molto utili anche nel lavoro.

Ricordando gli esordi: in cosa è cambiato il “wally7676” degli inizi da quello di adesso?

Enormemente da ogni punto di vista (tecnico, mindset, programmazione), ma, del resto, cambio (in positivo, o almeno ci provo) anche da una settimana all’altra. Tutto mi sembra normale, no?

Immaginiamo che il tuo capo non accettasse, qualora ne venisse a conoscenza, la tua passione per il poker: come proveresti a convincerlo della bontà di ciò che fai?

Convincere il 95% delle persone che sono al di fuori del poker circa la “bontà” di esso è fatica sprecata. Meglio sorvolare e good game.

Pensi potrà arrivare il giorno in cui lascerai il lavoro per una carriera da professionista nel poker?

Sì, tra 25 anni per pagarmi la pensione anticipata. Ma dubito ci sarà ancora il NLHE a quell’epoca.

Rivolgendoti ai tuoi “colleghi” padri di famiglia e con un buon lavoro alle spalle, quali sono le prime cose che gli consiglieresti per iniziare seriamente col poker?

Non credo che ci siano molti nelle mie condizioni che troverebbero utile o interessante un approccio strutturato come ho provato fin dall’inizio ad applicare io. Consiglierei piuttosto di divertirsi senza sperperare troppi soldi!

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari