Alessandro De Michele: ‘Avessi una poker room sponsorizzerei Flavio Ferrari Zumbini!’ | Italiapokerclub

Sunday, Mar. 29, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 12 Gen 2014

|

 

Alessandro De Michele: ‘Avessi una poker room sponsorizzerei Flavio Ferrari Zumbini!’

Alessandro De Michele: ‘Avessi una poker room sponsorizzerei Flavio Ferrari Zumbini!’

Area

Vuoi approfondire?

Concluso il contratto con Pokerstars il 31 dicembre 2013, Alessandro De Michele ha iniziato il 2014 con l’Italian Poker Open 13, torneo chiuso con un comunque buono 51° posto, e poi, subito dopo, ha giocato con minor fortuna il People’s Poker Tour in pieno svolgimento a Saint Vincent.

Chiuso un capitolo importante in piena serenità, Alessandro ha ancora tanta voglia di giocare e quest’anno, oltre che su Pokerstars, lo farà, seppur in modo sporadico, anche su altre poker room ‘.it’.

Ecco le sue parole a riguardo: ‘Giocherò soprattutto Omaha, specialità nella quale ritengo ci sia ancora possibilità di fare soldi. Lo farò principalmente su Pokerstars sia per abitudine sia perché sono ormai molto confident con il software. Visiterò anche altre poker room, sono curioso di vedere se siano cresciute rispetto al passato’.

Il primo gennaio, come se si volesse liberare di un peso, è comparso un post sul profilo Facebook di De Michele che ha attirato parecchia curiosità, soprattutto per il tono molto deciso delle affermazioni.

demi

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Alessandro ci tiene a spiegare bene cosa ci fosse dietro al post: ‘In molti hanno creduto che avessi in canna questo sfogo da mesi e che lo abbia postato appena libero dai vincoli contrattuali. Niente di tutto questo, è stata una pura casualità. Ho acceso il pc quel giorno e ho letto il whine di un ragazzo, anche vincente credo, che lamentava di aver perso sette coinflip degli ultimi otto. E’ stata questa la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Perdere i colpi fa parte del gioco e soprattutto chi del poker ne fa una professione, dovrebbe avere questo concetto chiaro’.

La conversazione, collegandoci a questo aspetto, verte su quelle che dovrebbero essere le caratteristiche necessarie per fare di un pokerista un professionista sponsorizzato di una poker room e De Michele mostra di avere le idee ben chiare a riguardo, questo è il suo pensiero: ‘Un giocatore dovrebbe esser portatore di un messaggio positivo, i whine legati al gioco non dovrebbero, dunque, far parte del suo bagaglio. E’ importante avere buone doti comunicative e se penso a un personaggio con tali caratteristiche mi viene in mente Flavio Ferrari Zumbini che, con il nuovo libro e la cura costante dei social network, ha fatto e sta facendo davvero molto per il poker’.

 

Questo è solo un estratto dell’intervista integrale che uscirà sul prossimo numero di Poker Sportivo, il più letto periodico italiano di poker ora disponibile anche in formato e-book per iPhone e iPad!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari