Saturday, Sep. 21, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 12 Lug 2014

|

 

Giuseppe Zarbo, italiano con bandiera francese al quarto itm consecutivo al Main WSOP: “Ecco il mio segreto!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Giuseppe Zarbo, italiano con bandiera francese al quarto itm consecutivo al Main WSOP: “Ecco il mio segreto!”

Area

Vuoi approfondire?

LAS VEGAS – Nei chipcount delle World Series il suo nome è affiancato alla bandiera francese.

Ma il 44enne Giuseppe Zarbo si sente “italiano al 150%” e se mai dovesse vincere un evento World Series sicuramente non vorrebbe sentire la Marsigliese: “chiederei di suonare l’inno di Mameli” – dice.

Il player residente ad Antibes ostenta la sua italianità non solo nell’abbigliamento, visto che al Rio si è sempre presentato con maglie e tute con il nome del belpaese (foto in alto).

Ma anche nella superstizione, che finora lo ha convinto a non chiedere il cambio di bandiera all’organizzazione WSOP:

“Il primo anno che sono venuto a giocare le WSOP mi hanno assegnato la nazionalità francese perchè effettivamente sono residente ad Antibes da 17 anni – spiega Giuseppe – Visto che ho vinto ho deciso di non cambiarla più. Sì, sono superstizioso… vuoi un’altra riprova? Oggi ho la stessa maglietta che avevo indosso al Day4 dell’anno scorso”.

La superstizione di Giuseppe si vede anche in game: ogni volta che va allin, infatti, si mette il suo ‘amuleto magico’, ovvero un paio di occhiali con luci colorate che subito indossa per farsi immortalare:

zarbo_occhiali_ok

A nulla però gli occhiali sono valsi nell’allin che ha decretato la sua uscita dal Main in 648° posizione per un premio di 18.406$:

“Da piccolo buio sono andato allin per 87.000 chips, circa 15 bui, con coppia di nove. Ho trovato gli assi dell’avversario e nessun aiuto al flop. Questo Main è stato nella norma, non ho preso grandi rischi ma neanche ho avuto la possibilità di andare altissimo. C’è stato un colpo che mi ha fatto male al Day3, ero a 240.000 e ho perso 70.000 con coppia di assi contro K-T. Da lì ho iniziato a galleggiare”.

Questo in the money di Zarbo è il quarto consecutivo al Main Event World Series: l’anno scorso Giuseppe chiuse 323° per 32.242$, nel 2012 363° per 32.871$, nel 2011 235° per una moneta di 40.564$.

Una regolarità di risultati davvero impressionante, che per Giuseppe è dovuta ad alcuni accorgimenti:

“Anzitutto, questo è un torneo dove non bisogna mai mai bluffare grosso. Poi gioco sempre e solo per valore e in pot control. La profondità degli stack permette inoltre di vedere tanti flop con suited connectors. Ultima cosa, non gioco in modo aggressivo preflop mani come coppia di Jack e di Donne.. chiamare con queste mani è molto meglio di tribettare, anche perchè se poi ti vanno sopra devi mettere sotto”

 

Guarda tutte le emozioni delle World Series nell’ultima puntata di vegas2italy:

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari