Tuesday, Nov. 12, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 23 Dic 2014

|

 

La sentenza di Luke Schwartz: “No Limit Hold’em e Pot Limit Omaha vicini alla morte!”

La sentenza di Luke Schwartz: “No Limit Hold’em e Pot Limit Omaha vicini alla morte!”

Area

All’alba dei trent’anni, che sta festeggiando in queste ore, Luke Schwartz sembra essere una persona decisamente più matura rispetto a quella che, qualche anno fa, appariva in maniera sfrontata e poco elegante, smentendo nei fatti la sua provenienza britannica.

Tra i più vincenti giocatori online con il nickname ‘__FullFlush1__‘, in una intervista ai colleghi di PokerListings.com Schwartz ha parlato della sua nuova vita, che lo vede ormai nelle vesti di papà a tempo pieno più che di giocatore di poker.

Ora ho delle responsabilità che hanno sicuramente un impatto importante sul mio stile di vita“, dice Schwartz, che ha anche rivolto uno sguardo al passato senza grossi rimpianti: “Ero un ragazzo su di giri con un bel po’ di soldi in tasca, vivevo in un mondo a parte. È imbarazzante guardare indietro e vedere che persona ero… Tutti odiavano il suono della mia voce, ma ora non seguo più il mio vecchio repertorio di azioni“.

Schwartz parla anche del suo modo di affrontare il gioco, emettendo anche una macabra sentenza su No Limit Hold’em e Pot Limit Omaha, le due varianti oggi più giocatte: “Sono sicuro che il No Limit Hold’em e il Pot Limit Omaha online moriranno lentamente“, ha dichiarato Luke, senza mezzi termini.

E nel prosieguo dell’intervista, Schwartz motiva questa sua affermazione: “Non c’è possibilità che io possa battere il No Limit, nel 2009 ci stavo riuscendo perchè non c’era ancora una grande diffusione degli HUD, perciò era più facile. Ora molta gente usa gli HUD e sta condannando il gioco“.

In coda all’intervista, Schwartz spende parole al miele per alcuni colleghi, iniziando da Daniel Colman, il dominatore del 2014: “Ho giocato con Dan, lasciatemi dire che non sono sorpreso per la run che ha avuto quest’anno: è stato sicuramente fortunato, ma ha una conoscenza di questo gioco che in pochi al mondo hanno. Kostritsyn? Da anni è un grande giocatore, ma anche una persona degna del mio rispetto“.

Un po’ meno dolci sono le parole che Schwartz ha riservato per Phil Hellmuth: “Non sono la persona più adatta a descriverlo. Molta gente lo ama, altri lo odiano, secondo me non è certo uno dei giocatori più skillati in circolazione. Ha fatto grandi risultati quando giocare a poker era più facile, e in questi anni sta sfruttando questa cosa a livello mediatico“.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari