E’ argentino l’Estrellas: a Mario Lopez il tavolo finale degli scoppi. Niente gloria nella Barcelona Cup per gli italiani. | Italiapokerclub

Monday, Apr. 6, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 24 Ago 2015

|

 

E’ argentino l’Estrellas: a Mario Lopez il tavolo finale degli scoppi. Niente gloria nella Barcelona Cup per gli italiani.

E’ argentino l’Estrellas: a Mario Lopez il tavolo finale degli scoppi. Niente gloria nella Barcelona Cup per gli italiani.

Area

Vuoi approfondire?

Si chiude l’Estrellas Poker Tour, tappa di Barcellona, il torneo dei record con quasi 3.300 partecipanti e una prima moneta da quasi 500.000 euro.

Primo premio incredibile per un torneo dal buy in medio di soli 1.100 €.

Il tavolo finale è ricco di emozioni sin dall’inizio e vivrà fino alla fine di continui sali e scendi da parte tutti i tuoi suoi partecipanti.

Subito la seconda mano ha dell’incredibile: sull’apertura del chipleader Forst c’è l’all in di Selles fino a 3 milioni e Nystedt che prontamente si isola andando all in per 8 milioni totali.

Qui succede il finimondo con lo svizzero Sennhauser che va all in a sua volta dallo small blind e Forst che entra in the tank ma alla fine passa.

Lo showdown fa gridare al rigged.

AK per Selles, AA per Nystedt e KK per Sennhauser.

Board liscio e abbiamo contemporaneamente l’ottavo classificato (lo spagnolo Selles) e uno dei nuovi chipleader (il norvegese Nystedt).

Per lo svizzero non è giornata infatti poco dopo spilla nuovamente i cowboys e va all in contro il polacco Garcia che si presenta allo showdown con AJ.

A subito al flop e Sennhauser è player out in settima posizione. Si “accontenta” di 71.400 €.

Dopo l’out del marocchino Abdelhadi, continuano gli scoppi.

Finisce in quinta posizione infatti la corsa dell’iberico Eduard Sanchez il cui A8 viene deploso dall’A7 del norvegese Nystedt, nuovo chipleader momentaneo.

La mano del torneo avviene poco dopo e vede l’argentino Mario Lopez, già runner up quest’estate di un evento WSOP, bluffcatchare la 3 barrel del forte Garcia e involarsi in vetta al count.

Garcia trova così l’eliminazione poco dopo e tornerà in Polonia dopo l’Ept con 168.000 €.

I tre rimasti provano a raggiungere un deal ma l’accordo non va a buon fine e così abbiamo un nuovo showdown decisivo che ridurrà i contendenti a due.

L’austriaco Forst e il norvegese Nystedt infatti hanno il 25% delle chips in gioco e si scontrano preflop con lo scandinavo che parte davanti con AT contro A7 del mitteleuropeo.

La fortuna gira però all’improvviso le spalle a Nystedt e viviamo un nuovo scoppio.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

9Q227 è il board che consegna il terzo posto e 168.000 € al norvegese.

I due rimasti sono alla pari in chips per cui si accordano per un deal alla pari lasciando 70.000 € al primo classificato.

Nell’heads up Mario Lopez fa valere la sua maggiore esperienza e sale facilmente in vetta, lasciando alla fine a Forst il ruolo di runner up.

Questo il payout finale del torneo europeo low buy in dei record.

1. Mario Lopez (Argentina) €408,000
2. Jonn Forst (Austria) €338,000
3. Knut Nystedt (Norway) €168,000
4. Jose Carlos Garcia (Poland) €139,500
5. Eduard Sanchez (Spain) €116,540
6. Kondah Abdelhadi (Morocco) €93,600
7. Simon Sennhauser (Switzerland) €71,400
8. Daniel Selles (Spain) €52,100

BARCELONA CUP

E’ in corso il tavolo finale della Barcelona Cup, torneo re entry da 330 € che ha visto anch’esso l’iscrizione di quasi 3.000 rounders.

Dopo un day 2 che aveva visto gli italiani sugli scudi purtroppo sono out i quattro nostro alfieri.

Terminano abbastanza in fretta la loro corsa Roby Begni, 43° per 2.160 €, e Mario Adinolfi, 48° per la stessa cifra.

Eliminati invece a pochi passi dal final table Mirco Ferrini, a lungo chipleader nella giornata d’oggi, che termina quindicesimo per 7.200 € e Fabio Savi tredicesimo con 8.100 € di profit.

HIGH ROLLER

Sembra essere ripresa da dove si era chiusa qualche mese fa a Montecarlo la run di Dzmitry Urbanovich, vincitore dell’Ept Player of the Year nella stagione 11, il quale alla pausa cena è chipleader del super high roller da 50.000 € di buy in.

Sono rimasti in 2.

A sfidare Urbanovich è il francese Sylvain Loosli.

Il primo vincerà 1.224.000 € e porterà a casa una delle più prestigiose picche di questo European Poker Tour.

Quarto è finito JC Alvarado mentre terza si è fermata la corsa di Christoph Vogelsang.

Urbanovich punta a vincere questa volta l’high roller e a non fermarsi all’essere runner up come a Montecarlo dove finì secondo dietro a Erik Seidel.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari