Thursday, May. 26, 2022

Strategia

Scritto da:

|

il 2 Set 2015

|

 

Un errore comune nel cash game: non massimizzare al river

Un errore comune nel cash game: non massimizzare al river

Area

La mano che andiamo ad analizzare oggi è stata giocata durante la giornata al NL100 in versione Zoom su PokerStars.it.

Sull’apertura di 3€ dell’under the gun, un regular che troviamo ai tavoli tutti i giorni, il giocatore che andiamo ad analizzare calla solamente con AK dal big blind.

Il flop è K55 e assistiamo a un doppio check da parte dei due giocatori.

Sul turn 9 Hero punta 5 € e riceve il raise da parte dell’avversario fino a 15€. Hero opta per il semplice call.

Il river è un A e dopo il check da big blind c’è la bet 18€ (mezzo piatto) da parte dell’under the gun e c’è il semplice call per Hero che vince il piatto visto che avversario mostra AJ.

Andiamo a vedere perchè il nostro giocatore abbia fatto degli errori nella mano dove probabilmente non è riuscito a massimizzare le proprie vincite.

PREFLOP: Hero decide di callare semplicemente. A nostro avviso questa mossa è alquanto sbagliata. E’ preferibile inserire una mano coma la “Kournikova” (soprattutto se suited) nel nostro range di 3bet/call. Questo anche se questo range non è molto grosso e quindi potrà contenere poche combo di valore.

Un range di 3bet comunque adeguato può contenere tranquillamente tutte e quattro le combinazioni di A-K suited che riteniamo troppo profittevoli da 3bettare.

La scelta del semplice call potrebbe essere dettata da stats di open da utg non troppo strette da parte dell’avversario ma come vedremo poi non è questo il caso.

FLOP

Una volta scelto il call preflop il check è condivisibile. Otteniamo un check back abbastanza strano. E’ uno dei pochi casi in cui il check polarizza la mano avversaria.

A questo punto l’utg o ha le uniche due combinazioni di KK e di 55 o probabilmente non ha nulla a eccezione di un Ace High.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

TURN

Ottenuto il check avversario giusto puntare per cercare di estrarre valore proprio da quell’ace high di cui parlavamo prima che potrebbe decidere di non passare a bet di Hero.

Il raise è abbastanza face up. Come abbiamo detto polarizza all’estremo la mano dell’avversario (si aggiungono semplicemente le combo di 9-9).

Giusto quindi semplicemente chiamare forti anche della draw di fiori anche se le uniche due mano di fiori che il nostro avversario potrebbe avere sono QJ e JT.

RIVER

Il river è a nostro avviso la strada dove Hero sbaglia maggiormente.

Se da un lato è vero che il nostro avversario continuerà molto probabilmente l’aggressione il check/call è la move con la quale estrarre meno valore possibile. Ci troveremo infatti a check/muckare se oppo ha quelle poco combo che ci battono e a prender poco valore dagli ace high del nostro avversario che potrebbero decidere di checkare back o di fare una puntata contenuta (come nell’esempio in questione).

Credo in questo caso (su questa precisa carta del mazzo) sia preferibile optare per una donkbet di importo consistente al river inducendo l’avversario a un call se ha pescato l’asso o a un herocall in quelle poche volte che l’avversario avrà una coppia inferiore al K, simulando un flush draw.

Altra alternativa è il check/shove puntando sul fatto che il nostro avversario abbia comunque una buona quantità di bluff e una buona quantità di assi (suited per lo più con l’A e l’A).

Se andiamo a contare le combo con cui l’avversario potrebbe arrivare al river e batterci infatti abbiamo AA, KK, 55, 99, 99, 99, A9, A9 e A5.

Invece Hero batte tutti gli Assi che probabilmente chiamerebbero uno shove per splittare, che ammontano a circa 30 combinazioni. Uno shove abbastanza chiaro quindi.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari