Tuesday, Oct. 26, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 19 Ott 2015

|

 

WSOPE MAIN EVENT – Day1 A in archivio, comanda lo scozzese Niall Farrell, nessun azzurro ai tavoli!

WSOPE MAIN EVENT – Day1 A in archivio, comanda lo scozzese Niall Farrell, nessun azzurro ai tavoli!

Area

Vuoi approfondire?

E’ terminato il flight A del Main Event WOSPE 2015.

Sei intensi livelli di gioco da 90 minuti l’uno che hanno visto partecipare 104 player provenienti da tutto il mondo.

Un field non proprio morbidissimo considerata la presenza di tanti big, che hanno dato lustro a questa splendida manifestazione in una cornice altrettanto bella.

Al termine della giornata sono rimasti in 57 a staccare il biglietto virtuale per il Day2, per una giornata ricca di colpi di scena com’era lecito aspettarsi, nella quale i nostri portabandiera non si sono presentati preferendo riposare la domenica per sedersi ai tavoli quest’oggi.

Ma passiamo al torneo: a guardare tutti dall’alto ci ha pensato Niall Farrell, che imbusta la bellezza di 150.000 gettoni tondi tondi proprio all’ultima mano contro Alexander Ivarsson.

Dopo l’apertura di Ivarsson con 10 10arriva la 3-bet di Farrel, foldano gli altri giocatori e l’original raise opta per una 4-bet puntualmente chiamata dall’attuale chip leader con K J.

Il flop è di quelli che istigano letteralmente alla violenza: A 7 4, Ivarsson punta 8.000 e Farrel chiama senza troppi problemi.

Al turn stessa storia, bet di Ivarsson 12.500 e call di Farrel su un 10 mentre chiede giù il count al dealer.

Il river Q è veramente beffardo per Ivarsson, che mette le sue restanti 32.000 chip al centro trovando il call di Farrel che ammette candidamente: “Sono un po’ imbarazzato, dopo otto anni di poker tremo ancora per mani come queste!

Il primo ad abbandonare la truppa questa mattina è stato nientemeno che il campione EPT Adrian Mateos, durato circa un livello, assieme ad un altro suo collega qualche ora più tardi, Steve O’Dwyer, campione all’ultimo PCA.

odwyyy

L’irlandese, rimasto con 7.000 chip, finisce ai resti con J J contro A Q di  Ben Wilinofsky: il board recita K Q 6 3 J e tanti saluti al buon Steve.

Un altro personaggio illustre che abbandona la scena prematuramente è proprio il campione del mondo in carica Martin Jacobson. La magia del final table non si è ripetuta e stavolta lo svedese perde il coin flip decisivo contro il giovane Fedor Holz: Q Q per il tedesco contro A K di Jacobson, board liscio e avventura chiusa.

martin

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Sorprendente la rimonta di Zvi Stern, uno dei november nine che tra qualche settimana contenderà assieme al nostro Federico Butteroni il braccialetto più prestigioso. L’israeliano riesce a risalire la china dopo esser rimasto con sole 12.000 chip chiudendo addirittura in terza posizione nel  count.

ZVI

Restando in tema di campioni subito dopo Fedor Holz compare l’intramontabile John Juanda, 15° con 67.000 chip, mentre avrà bisogno di una buona dose di fortuna Erik Seidel, 45° con 23.000 chip.

Ottima prestazione del russo Vladimir Toryanovskiy, dodicesimo con 73.000: una salita costante la sua senza troppi saliscendi agevolata da una partenza molto buona. troyanowskiy

Dopo il Day1 B in programma quest’oggi a partire dalle 12.00 il field verrà riunito e i player cominceranno a fare sul serio per aggiudicarsi il titolo di campioni WSOPE.

Ecco il count provvisorio:

countmain

 

 

Seguite con noi l’avventura degli azzurri alle WSOPE sul nostro Social Blog!

 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari