Tuesday, Mar. 26, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 27 Ott 2015

|

 

L’out lampo di Luca Pagano all’EPT: “Forse potevo risparmiare qualcosa ma sono durato anche meno…”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

L’out lampo di Luca Pagano all’EPT: “Forse potevo risparmiare qualcosa ma sono durato anche meno…”

Area

Vuoi approfondire?

A volte le skill non bastano per difendersi dalle decisioni del destino.

Lo sa bene il pro di PokerStars Luca Pagano, che ha dovuto abbandonare il campo all’EPT Malta nell’arco di un solo livello di gioco.

Sono bastate tre mani a Luca per uscire di scena: una two pair contro two pair più alta, top two contro bottom set dell’avversario e per concludere in bellezza una top pair contro la doppia coppia del compagno di squadra Marcin Horecki.

EPT Malta – torneo lampo per il sottoscritto.. 3 mani giocate: (1) io 36, oppo 68, board 368 — (2) io AK, oppo 88,…

Posted by Luca Pagano on Lunedì 26 ottobre 2015

 

Abbiamo subito contattato Pagano per entrare nel dettaglio e scoprire se questi colpi che sembrano scritti si sarebbero invece potuti evitare:

“Beh, ho sicuramente avuto molta sfortuna, ma diciamo che qualcosa me lo sarei potuto risparmiare, e magari potrei essere ancora in gioco anche se short… Ad esempio la prima mano, giocata contro il pro di PokerStars Marcin, avrei potuto foldarla o comunque risparmiare qualcosa: apre Marcin da UTG e decido di chiamare da BB con 3-6. Il flop è un fantastico 3-6-8 e scelgo di check-raisare trovando il call dell’altro. Sul turn esco puntando per chiamare poi il suo rilancio, ed al river check-callo per scoprirlo con 8-6… Nelle altre due mani poi non potevo fare molto diversamente: A-K su A-K-8 contro gli 8-8 avversari e K-T su T-5-3 contro i 5-3 di Marcin mentre io ero ormai shortstack.”

Luca comunque non sembra alterato, ed anzi prende la vicenda con la solita sportività che lo contraddistingue. Sarà perché ha la pelle dura dopo essersi già trovato in queste situazioni? O sono effetti collaterali già previsti di un tentativo di cambiare il proprio gioco?

“Comunque non è la prima volta che esco in così poco tempo da un torneo, e nemmeno da un EPT! Anzi a dirla tutta questo non è neanche un record… Sicuramente lo mettiamo nella top ten di uscite premature, ma ci sono state altre volte in cui ci sono stato anche meno! Sono cose che succedono, un po’ per la sfortuna, un po’ per qualche decisione che avrei potuto prendere meglio ed un po’ perché in questo periodo sto cercando di modificare il mio gioco cercando di essere più loose. Comunque non me la sono presa per nulla, anzi più tornei giochi più ti rendi conto che uscire al primo livello o uscire in piena bolla alla fine non fa alcuna differenza!”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari