Thursday, Oct. 29, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 19 Nov 2015

|

 

Gli Sheils, la famiglia di poker player: mamma, papà e figli abbandonano tutto per il poker

Gli Sheils, la famiglia di poker player: mamma, papà e figli abbandonano tutto per il poker

Area

Vuoi approfondire?

Esistono persone che, non conoscendo il mondo del poker dei giorni d’oggi, non vi vedranno mai di buon occhio quando direte loro di essere dei giocatori.

La loro mente correrà subito ad illegali partite in cantine nascoste contro criminali con dieci assi nelle maniche, o a qualche gioco da casinò dalla dinamica non definita, ma al quale di sicuro “vince sempre il banco“. Insomma in un modo o nell’altro la vostra abilità non conta, perderete casa auto e vestiti con un poker d’assi contro una scala reale.

Spesso purtroppo problemi di questo genere accadono anche in famiglia (mamma ha sempre ragione e non capirà…), ma a volte invece accade che i vostri parenti condividano la vostra passione, in alcuni casi tutta la famiglia…

La famiglia Sheils (Michelle, Matthew ed i figli Richard, 23 anni, e Brandon, 19) di Birmingham ha deciso di dedicarsi al poker a tempo pieno, abbandonando i precedenti lavori e vendendo l’asilo gestito da Michelle.

La notizia proviene dal Birminghammail e risale a qualche mese fa, ma le cose non sono cambiate: i quattro prendono parte mediamente a tre partite a settimana, e solo quest’anno secondo Hendon Mob hanno guadagnato $123.196.

sheils

I risultati più importanti per ora li ha riscossi il figlio maggiore, Richard, che ha vinto $23.480 con un ottavo posto al Monster Stack delle ultime WSOPE, e $40.498 al New Year Deep Stack di Nottingham.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“La mia ambizione è essere abbastanza bravo da vivere con il poker, ma essere abbastanza ricco da non averne bisogno. Sto diventando sempre più bravo, attualmente sono un giocatore migliore di Brandon, ma lui sta migliorando molto velocemente, grazie anche ai consigli che gli do. Ho fatto errori e non serve che li faccia anche lui.” 

Brandon infatti, nonostante sia a malapena maggiorenne, ha più di $73.000 di vittorie, i due ITM più importanti sono di $14.000 circa, mentre nei tornei più prestigiosi conta un undicesimo posto ad un UKIPT.

Più moderati mamma e papà, che vincono rispettivamente $58.000 e $66.000. Michelle, che ha anche partecipato ai tavoli televisivi di Late Night Poker, confessa al Birminghammail: “Richard e Brandon sono giocatori migliori per essere onesti… Matthew dice sempre che io sono più brava di lui, ma non ne sono sicura. Non ho piani per il futuro, potrei annoiarmi e lasciare tutto, poi ritornare.” 

Nel complesso la famiglia di pokeristi per ora vive giocando principalmente nel casinò locale, tornei soprattutto dal buy in basso (£25-£200 circa, anche se Richard ha toccato i £2.000 di punta), ma con una famiglia così e una grindhouse attiva 24/7, i miglioramenti sono quasi scontati.

Gli Sheils durante l’intervista hanno anche spiegato concetti basilari per un poker player, come la distinzione tra gambling e poker e la matematica nel gioco, ma per chi non è dell’ambiente (ricordate il discorso iniziale?) è normale non capire o travisare…

In un altro articolo a loro dedicato si legge di “una formula matematica chiave del loro successo“: se siete curiosi di saperla scriveteci su Facebook!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari