Wednesday, Dec. 11, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 20 Nov 2015

|

 

Maurizio Guerra sul futuro del poker online: “È un gioco vivo e necessario, il futuro sarà roseo”

Maurizio Guerra sul futuro del poker online: “È un gioco vivo e necessario, il futuro sarà roseo”

Area

Vuoi approfondire?

Il futuro del poker online? Per molti è nero: il pesante calo di traffico registrato rispetto alla “golden age” non può che preoccupare tutti quelli che lo vivono in prima persona, che siano giocatori o poker manager.

Un calo dato dalla fuga dei fish forse, arresi ad un field sempre più preparato e spietato, o dall‘assenza di nuovi giocatori, non più attratti dai miti in stile Moneymaker che fino a pochi anni fa riempivano di speranza gli occasionali.

Cercando di dare al nostro amato gioco una nuova prospettiva PokerStars ha attuato le sue nuove riforme, molto discusse, che ad alcuni sono addirittura sembrate un danno maggiore.

C’è chi però non la pensa allo stesso modo, ed oltre ad essere ottimista verso il futuro reputa il poker online attuale in ottima forma nonostante le apparenze.

Per Maurizio Guerra, skill & poker manager di People’s Poker, basta cambiare il punto di osservazione:

“La mia personale opinione è che il poker sia un prodotto tutt’altro che in crisi, ma vivo e assolutamente necessario per lo sviluppo di un Casinò On Line. Quando si analizzano le performance del Poker, si utilizza la spesa come unico indicatore, ma questo dato non può essere utilizzato senza considerarne anche altri, come il numero di player o di login. Leggo spesso di una rinascita del Poker live a fronte di una crisi del Poker on line, ma se consideriamo la spesa, oltre al numero di giocatori, la situazione è diversa. Quando nel 2008 ho iniziato a frequentare regolarmente i circuiti Live, i Main Event erano tutti superiori ai €2.200, oggi la maggior parte dei Main Event è inferiore ai €500. Durante quelle manifestazioni era facile trovare partite cash live high stakes, oggi l’offerta è concentrata sui low stakes.”

Quindi il poker live, nonostante certi numeri facciano girare la testa, forse non è nella forma migliore della sua storia. Ma riguardo l’online?

“Oggi il Poker on line continua ad attrarre oltre il 35% del totale dei giocatori di Internet, più di un giocatore su tre che si collega per fare una partita a soldi veri lo fa per giocare anche a Poker. Poi ci sono realtà come quella di Peoples, in cui grazie alla offerta integrata tra tutti i prodotto di gioco l’overlap del poker supera il 50%. Ripeto quanto già detto: il poker on line è un gioco vivo e necessario, che si sta adattando ai mutamenti di mercato.”

Per Guerra dunque il poker online continuerà ad esistere e a svilupparsi, in quanto presenza irrinunciabile nel mondo del gaming online:

“Oggi nel gambling, la strategia vincente è quella della diversificazione dell’offerta. Per il futuro mi aspetto una accelerazione di questo fenomeno, i promotori del poker dovranno pensare al poker non come un gioco a sé stante, ma come parte integrante dei Casinò Games, anche se questo non vuol dire affatto che il Poker sarà messo in secondo piano rispetto agli altri giochi… Anzi, mi aspetto un futuro roseo per esso e tutti gli skill games in generale. Ci sono vari fattori che mi portano a pensare questo: la maggiore “alfabetizzazione” informatica, la distribuzione capillare di device mobile e desktop, la maggiore quantità di tempo libero di cui disporremo grazue all’innovazione tecnologica, le conseguenti politiche del lavoro ed anche l’abitudine dei giocatori ad approcciarsi al mondo del gioco più come videogamer che come gambler.”

Dopo aver analizzato la situazione presente e futura, Maurizio ci svela la sua formula magica per continuare a dare nuovi stimoli ai giocatori:

“La strategia per continuare ad attrarre giocatori dovrà tenere conto di quanto detto, ma facciamoci una domanda: cosa desidera un giocatore, che tipo di esigenza ha bisogno di soddisfare quando si approccia al poker? Consentimi una citazione da Roger Callois. I quattro bisogni psicologici che l’uomo ha necessità di soddisfare durante il gioco sono: Agon, il confronto di abilità, Alea, la fortuna, Mimicry, la maschera e l’illusione, e Ilinx, la vertigine intesa come ricerca dell’emozione. Le offerte di gioco che meglio si adatteranno alla soddisfazione di questi bisogni, nel rispetto delle innovazioni, dei tempi e delle capacità di spesa saranno quelle che avranno successo.”

 

 

Sei d’accordo con il Guerra-pensiero? Scrivi la tua opinione su Facebook!

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari