Wednesday, Nov. 20, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 16 Dic 2015

|

 

L’high roller di Praga come un home game – Daniel Cates: “Se ti do 100 € posso vedere le tue carte?”

L’high roller di Praga come un home game – Daniel Cates: “Se ti do 100 € posso vedere le tue carte?”

Area

Vanessa Selbst e Daniel “Jungleman” Cates sono due dei protagonisti del bellissimo torneo high roller da 10.300 € di buy in che si sta disputando a Praga e che vede il nostro Rocco Palumbo tra gli 11 left.

Il valore del buy in non deve però far pensare che i giocatori non si comportano al tavolo esattamente come noi giocatori amatoriali che frequentiamo i casinò italiani o le partite tra amici.

Uno spot in particolare ha confermato il vecchio detto che “Tutto il mondo è paese!”.

Questa l’action della mano: Pavel Plesuv apre a 14.000 da under the gun trovando prima la 3bet di Ihar Soika a 34.000 e poi addirittura la 4bet di Vanessa Selbst dal cutoff fino a 71.000.

Daniel Cates si trova da big blind e pensa per molto tempo sull’action giusta da fare.

Dopo praticamente cinque minuti allo start della pausa cena prende la sua decisione e decise di five bettare fino a 115.000, trovando il fold sia di Plesuv sia di Soika.

La Selbst invece chiama e i due vedono il flop cadere: 46J.

Cates effettua una continuation bet di 90.000 prontamente chiamata dalla giocatrice americana.

Il turn 5 e il river Q freezano però l’action trovando due check da parte di entrambi.

Allo showdown Jungleman è esitante nel mostrare le proprie carte ma visto che è il primo a parlare gira una coppia di re neri: KK.

La Selbst mucka le proprie carte senza mostrarle ma Cates visto che si trovano oramai in pausa cena fa una proposta indecente alla Selbst:

“Posso pagarti 100€ per sapere le tue carte?”

Vanessa accetta immediatamente e quindi Cates prova a trattare la somma offerta dicendo che sarebbe dovuto partire con 50€ di offerta.

La Selbst però vuole la somma pattuita e così Cates si vede costretto ad aprire il proprio portafoglio e donare i 100€ a Vanessa che prontamente intasca la banconota verde.

Vanessa rivela quindi a Jungleman di aver avuto una coppia di dieci e chiede all’avversario se un all in al river l’avrebbe fatto foldare.

La risposta di Cates è decisa: “Non avrei mai foldato al river. Ho checkato nella speranza che tu andassi all in!”

Ma sarà solo strategia o veramente Cates avrebbe chiamato in uno spot dove Vanessa può tranquillamente rappresentare coppia di jack o coppia di donne settati?

A prescindere dall’aspetto tattico questo siparietto tra i due protagonisti restituisce ai tornei high roller una dimensione familiare che probabilmente si era un po’ persa ultimamente con grandi spettacoli che però poco si relazionano con l’aspetto amatoriale del gioco del Texas Hold’em.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari