Monday, Sep. 21, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 12 Lug 2016

|

 

Tenta di darsi fuoco davanti al casinò di Sanremo, il poker manager Goffredo lo salva: “Ho agito d’istinto”

Tenta di darsi fuoco davanti al casinò di Sanremo, il poker manager Goffredo lo salva: “Ho agito d’istinto”

Area

Vuoi approfondire?

Domenica sera, tra le 21 e le 22, un sessantenne originario della Puglia ha cercato di darsi fuoco davanti al casinò di Sanremo.

Grazie anche al tempestivo intervento di Davide Goffredo, poker manager della room del casinò griffata Tilt Events, si è evitato il peggio.

Ancora da stabilire le cause del folle gesto, ma alcuni elementi lasciano pensare che il gioco d’azzardo non c’entri nulla: l’uomo avrebbe scelto lo spazio antistante al casinò esclusivamente per rendere il suo gesto il più plateale e ‘spettacolare’ possibile.

A darci ulteriore dettagli sull’accaduto è stato dunque lo stesso Goffredo, intercettato solamente quest’oggi causa il suo impegno nelle vesti di direttore di sala alla Tilt Poker Cup conclusa ieri.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Eravamo nella pausa cena del Main Event – racconta – e avevo appena finito di cenare in una pizzeria a pochi passi dal casinò. Appena uscito dal locale sento delle urla provenire dalla via antistante la scalinata del casinò. C’era già qualche persona che stava assistendo alla scena, ma sembravano tutte impaurite. Io ho agito d’istinto, penso sia naturale andare in aiuto di una persona in difficoltà! Gli sono andato subito incontro: si era denudato e stava versando della benzina sui suoi vestiti mentre continuava a gridare ‘maledetti‘”.

Goffredo in una recente intervista con il nostro Marco Fava in occasione del WPT National Sanremo

Goffredo (a sinistra) in una recente intervista con il nostro Marco Fava

“Per un attimo prosegue ‘Contebillo’  – ho pensato avesse perso tutto al casinò. Credo sia il primo pensiero di tutti. Invece ce l’aveva con gli assistenti sociali, con chi gli aveva negato aiuto. Ho provato a farlo ragionare, ma inizialmente sembrava non ascoltarmi e pareva seriamente intenzionato ad usare quei vestiti infuocati contro se stesso. Dopo un po’ ha iniziato ad ascoltarmi e ha iniziato ad aprirsi con me: si è sfogato raccontandomi la sua storia e i tanti problemi avuti negli ultimi tempi. Appena sono arrivate le Forze dell’Ordine e l’ambulanza l’ho lasciato nelle loro mani, salutandolo e augurandogli l’in bocca al lupo per tutto. Fortunatamente sembrava essersi un po’ calmato…”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari