Tuesday, Nov. 30, 2021

Strategia

Scritto da:

|

il 25 Lug 2016

|

 

Doug Polk risponde: Cash o MTT? Come si gestiscono gli swing? Quando dovrei rilanciare?

Doug Polk risponde: Cash o MTT? Come si gestiscono gli swing? Quando dovrei rilanciare?

Area

Se avete seguito gli sviluppi di queste World Series Of Poker, non vi sarà sfuggita la nascita del nuovo progetto di Doug Polk, la scuola Upswing poker, pubblicizzata in grande stile con la vittoria all’evento Tag Team.

Polk, considerato uno dei migliori giocatori al mondo, pubblica continuamente nuovi video grazie ai quali molti giocatori possono fare tesoro della sua esperienza.

Sono perle da non farsi sfuggire, ed è per questo che ve ne riportiamo un paio. Questa volta sono mirate ai giocatori alle prime armi, appena uscite dal suo “Domande e risposte” episodio 5.

Cosa è meglio per costruire un bankroll? Cash o MTT?

“Direi che i tornei sono lievemente meglio, in particolare ai livelli bassi. La ragione è soprattutto data dal fatto che la rake a quei livelli non è molto alta, mentre nel cash game 6-max, soprattutto in room senza un buon programma di rakeback, può letteralmente devastare il vostro winrate in termini di bb/100. Quindi mi sento di consigliare MTT, ma mi raccomando, fate attenzione ad avere abbastanza buy in! Non cominciate depositando $100 e giocando tornei da $10… Giocate da $1, $2, al massimo $3, ma non giocate di più solo perché sono pochi soldi. Non importa. Siate responsabili, prendete buone decisioni e gestite bene il bankroll.”

Ovviamente bisogna sottolineare che il sistema di rake presente in Italia è sicuramente differente da quello statunitense, ma ricordatevi di prendere questo parametro in considerazione quando deciderete di cominciare con il poker online!

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Come si gestiscono gli swing? 

Non so se si possa imparare a gestire gli swing, potrebbe essere una cosa naturale che alcuni sanno fare ed altri no. Io personalmente ho sempre pensato che non si possano controllare i risultati, bisogna giocare al meglio e poi ciò che succede succede. Quindi perché arrabbiarsi per cose che non puoi controllare? L’unica cosa che puoi controllare è il fatto di portare il tuo miglior gioco al tavolo. Alcuni giocatori passano veramente brutti momenti quando swingano a causa del tilt. Personalmente ne ho visti davvero pochi agli high stakes, ma ad esempio posso fare il nome di Jungleman. Lui si arrabbia da morire quando perde, ma non sono sicuro che il suo gioco ne risenta davvero. Credo sia il suo modo di gestire gli swing e basta. Se vedete che vi arrabbiate e il vostro gioco peggiora, semplicemente alzatevi e sbollite. Nessuno vi obbliga a giocare, e sapete che farlo in tilt è pericoloso. L’importante è che impariate a conoscervi e a capirvi, la soluzione verrà da sé: scendere di livello? Quittare per una settimana? Il poker non se ne va da nessuna parte.”

Su quali board dovrei avere un range di raise? Su quali non dovrei averlo?

“Quando hai un dubbio simile domandati: ‘posso avere il nuts’? Se la risposta è sì allora generalmente dovresti avere un range di raise su quel board, altrimenti no. Ad esempio chiamo un rilancio e scende il flop K-9-A. Qui io non ho A-A o K-K, quindi non avrà senso check-raisare, non ho mani forti nel range e il mio avversario sì. Con la stessa action e flop 6-7-8 invece sicuramente avrò un range di check-raise. Nel mio range compaiono T-9, 9-5, 5-4, mentre il mio avversario non avrà mai 9-5 e 5-4, quindi sicuramente avrò un range di check-raise. Comunque è un discorso molto personale, molti giocatori tendono a rilanciare di più, io invece cerco di rilanciare di meno, così le volte che chiamo dimostro più forza.”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari