Saturday, Oct. 23, 2021

Poker Online

Scritto da:

|

il 9 Ago 2016

|

 

Giorgio Bellanca runnerup al Main Micro Series: “L’avversario non è un multiaccounter, all’HU ho pagato l’emozione e la fretta”

Giorgio Bellanca runnerup al Main Micro Series: “L’avversario non è un multiaccounter, all’HU ho pagato l’emozione e la fretta”

Area

Vuoi approfondire?

La notizia del giorno -inutile dirlo- è la vittoria di ‘SCIAMI1987’ al Main Event Micro Series per oltre €22.000.

Al secondo posto si è fermato il player probabilmente favorito per la vittoria del torneo, Giorgio ‘ILBELLANK’ Bellanca, che dopo aver mantenuto un discreto vantaggio per gran parte del tavolo finale, ha mollato il colpo sul più bello. Un colpo ancora più duro da digerire considerando che il main game del Bellank è proprio l’Heads-Up…

Abbiamo contattato Giorgio mentre stava ancora festeggiando da una parte la vittoria di €16.000, e dall’altra stava ancora pensando alla sconfitta finale, che lascia sempre inevitabilmente con un po’ di amaro in bocca.

“Ho runnato il giusto, è andato tutto abbastanza liscio tranne l’Heads-Up, dove ho pagato un po’ di emozione e di fretta. Oppo non era affatto preparato, solo il raise-call 50x con 2-2 basta come esempio. Ha fatto veramente tante cose a caso, quindi non può essere un multiaccount… è solo un miracolato [ride]!”

Una precisazione necessaria quella del Bellank, che scagiona ‘SCIAMI1987’ dall’accusa di multiaccounting, tipica della community verso chiunque ottenga un buon risultato senza avere un gran numero di games all’attivo.

Sapendo di avere edge sull’avversario, però, viene spontaneo domandarsi se giocarsi l’Heads-Up in coinflip per 50x effettivi sia stata la scelta giusta da fare…  vi riproponiamo la mano prima di sentire il parere del diretto interessato.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Blinds 150.000/300.000, ‘SCIAMI1987’ rilancia a 900.000, ‘ILBELLANK’ va all in per 16.680.000 con AK e l’avversario chiama con 22. Board J8872 e Bellanca resta con 1.500.000, 5bb, che perderà la mano successiva.

“Era evitabile per l’edge, ma l’alternativa era flattare. 3-bettare 2.8 significava giocare un pot da 6 milioni con 12 milioni dietro, contro un giocatore che se prende un qualsiasi pezzo del board non passa. Quindi quando non hitto diventa un colpo non semplicissimo da gestire. In più la mano prima avevo 4-bettato e girato un 5, quindi probabilmente avevo calling range da peggio. A-J, A-Q non le avrebbe mai passate. Quindi alla fine rifarei uguale, anche perché si stava infastidendo, gli avevo già fatto Babilonia 2 o 3 volte sempre per lo stesso motivo.”

Tutto sommato Bellanca questa volta la prende con sufficiente filosofia. Anche se il primo posto è il primo posto, questa vittoria ha portato un po’ di ossigeno che rimedia ad un periodo un po’ sbandato del Bellank:

“Ovviamente se penso al torneo penso ancora all’Heads-Up… e ci penserò ancora, un po’ per i soldi un po’ per la gioia di fare 1°. È normale, non passerà mai del tutto. La gioia di fare 1° è impagabile al di là dei soldi, e ci rimango male anche perché di mio sono un heads-uppista… però non toglie che sono comunque contento e soddisfatto, considerando anche gli ultimi mesi. Da dicembre a oggi ho perso infinito tra betting, casinò e altri soldi spesi/persi in giro. In MTT un periodo abbastanza piatto, con il Cash non so se vinco o perdo ma sicuramente non sono ricco, quindi serviva questa botta di energia. Lo dico perché non ho segreti, credo che saper riconoscere i propri errori sia fondamentale per crescere e migliorare nel gioco e nella vita in generale.”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari