Monday, Dec. 6, 2021

Strategia

Scritto da:

|

il 25 Nov 2016

|

 

Come agisce la sensazione di una ‘quasi vittoria’ sulla testa dei poker player?

Come agisce la sensazione di una ‘quasi vittoria’ sulla testa dei poker player?

Area

Vuoi approfondire?

So close…direbbero oltremanica.

La sensazione di aver sfiorato la vittoria in una mano è un aspetto da tenere in forte considerazione nell’economia piscologica di un torneo. Sono tanti infatti i player che, per un motivo o per un altro, vengono influenzati da questo aspetto, con immediate conseguenze negative sul gioco espresso.

Prendendo spunto da un articolo comparso qualche giorno fa sul portale internazionale Pokernews.com vi parleremo di questo ‘demone’, provando a capire come controllarlo e, a parti invertite come, trarre vantaggio dal momentaneo tilt dell’avversario.

Si perché, a tutti gli effetti, il nostro cervello va in un certo qual modo in tilt. Il motivo non è un mistero: la sensazione di una vittoria provoca un immediato rilascio di dopamina, fenomeno che avviene anche quando si ha l’impressione di esser stati molto vicini al traguardo, anche se in proporzioni differenti.

Alcuni giocatori però, risultano essere più sensibili a sollecitazioni di questo tipo rispetto ad altri: il cervello non riesce a recepire il mancato successo nella maniera ottimale, e il soggetto tende a rischiare più del dovuto per ‘riprendersi il maltolto’. Insomma, l’euforia della vittoria sfiorata annebbia le normali facoltà intellettive portandoci sulla cattiva strada.

Che questo fenomeno non sia un segreto ma che anzi, venga sfruttato dai gestori è risaputo: le classiche macchinette da bar ad esempio, sono espressamente tarate per fare in modo che le quasi vittorie siano maggiori rispetto a quelle che si dovrebbero verificare con un sistema totalmente random, invogliando quindi il giocatore a investire altro denaro.

Secondo Robert Wolley, autore dell’articolo sopra citato, è possibile riconoscere i giocatori più suscettibili osservando il loro comportamento al tavolo o semplicemente scambiandoci due chiacchiere: “se un player comincia a raccontarvi di quella volta che aveva quasi centrato il nuts con il suo monster draw per un piatto gigantesco o di tutte le sue ‘quasi vincite’ sfumate proprio all’ultimo, significa che siamo di fronte ad un soggetto perfetto per incrementare la nostra EV. Più semplicemente, quando a partita in corso vedete qualcuno cambiare approccio a seguito di un piatto perso con dinamiche simili, tenetevi pronti a sfruttare al massimo le sue debolezze. Ad esempio, se vedete che sta inseguendo un draw non abbiate paura di value bettare con size molto corpose, così come sparare grosso al river quando avete chiuso una bella mano.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Ma come comportarsi quando si è vittima del nostro inconscio? Prendere coscienza del fenomeno è il primo passo per riuscire a controllarlo. Se siete al corrente di essere dei soggetti sensibili, provate a prender nota della vostra condotta al tavolo per poi esaminare le singole mani a fine sessione. I leak individuati, una volta fissati nella memoria, potrebbero fungere da spia quando vi imbatterete nuovamente nello stesso tipo di sensazione. Per evitare di perdere il controllo, potrebbe essere una buona idea

Per evitare di perdere il controllo, potrebbe essere una buona idea pianificare una strategia di gioco a mente fredda a seconda delle varie fasi di gioco, ponendosi dei limiti concreti come ad esempio evitare di infilarsi in spot pericolosi o esagerare nelle barrel in bluff, da mettere in atto non appena realizziamo di essere in tilt. Tenere a bada queste tendenze è importante sia per mantenere una condotta di gioco lineare, sia per far volgere le cose a nostro favore simulando un tilt quando ‘hittiamo’ un punto nuts.

 

E voi come gestite la sensazione di una quasi vittoria? Scrivetecelo lasciando un commento sulla nostra Fanpage!

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari