Thursday, Jun. 20, 2024

Poker Live

Scritto da:

|

il 6 Mar 2017

|

 

Shark Cage review – Ivey beffa Negreanu in un tribettato ‘artistico’!

Shark Cage review – Ivey beffa Negreanu in un tribettato ‘artistico’!

Area

Vuoi approfondire?

La seconda edizione dello Shark Cage – il formato televisivo di PokerStars che obbligava i player bluffati a trascorrere un’orbita in gabbia – si è conclusa con il successo di Daniel Negreanu a scapito di sua maestà Phil Ivey.

Nel testa a testa tra le due icone mondiali più amate dagli appassionati, però, fu Phil a dettare il passo e solamente due tribettati appannaggio di Daniel invertirono l’equilibrio del match.

La prima mano di quell’heads-up fu a dir poco eccentrica. Ve la riproponiamo nella nostra grafica.

Che spot!

Preflop Phil decide di aprire con un trash hand quale 6-9 off, ma sappiamo bene come in heads-up la forza della propria starting hand sia davvero relativa. Daniel decide di flattare con A4, move che appare per distacco la migliore. Giocare un tribettato oop con A-x non è mai uno scenario idilliaco. Foldare su un’eventaule 4bet di Phil pare ancor meno smart. Limitandosi al call, Negreanu sa di essere avanti tantissime volte al range del suo avversario e ‘inviterà’ a bluffarlo port flop.

Il flop recita 3QQ e Ivey decide di c-bettare dopo il check di Daniel. Qui accade la prima cosa davvero atipica: Negreanu decide infatti di rilanciare pur sapendo di avere diverse volte la best hand. Rilanciando qui sa di mettersi in una situazione scomoda, il check/call sarebbe senz’altro la linea più safe, ma contro un mostro come Ivey è assolutamente lecito prendere linee fuori dallo standard. Detto, fatto. Ivey non pensa nemmeno per un secondo al fold. Il Raise di Daniel è abbastanza strano (qualunque combo abbia). Difficile lo stia facendo con A-high, pocket pair o addirittura con una donna. Proprio per questo Ivey chiama in floating puro, cercando di rappresentare esattamente queste combo.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Il turn è un 6 che inverte gli equilibri del colpo, ma non quella che sarebbe stata l’action su gran parte delle carte che sarebbero scese su questa street. Daniel, difatti, check/calla, convinto che Phil stia bluffando dopo aver floatato flop (cosa che avrebbe molto probabilmente fatto su la stragrande maggioranza dei turn, o quantomeno river).

Il river è un 8, Daniel checka nuovamente e Ivey decide di puntare nuovamente. Questa thin value bet è davvero eccezionale! Fatta eccezione per qualche 3-x, non sembrano esserci mani nel percepito di Daniel che possano chiamare da peggio anche questa street, ma per l’evoluzione del colpo, Ivey sa di avere un enorme range di bluff agli occhi del suo avversario.

E Daniel, dopo una riflessione piuttosto rapida, opta per il call con A high!

Ivey si assicura il pot, ma fondamentalmente Negreanu non esce sconfitto dallo spot. Il suo plan di check/raisare flop e callare 2 street in bluff catch era stato tanto rischioso quanto geniale. Alla vista del 6-9 di Phil, Daniel sorride, conscio di aver effettuato, in ogni caso, un’ottima lettura. Come è solito fare.

Il video dell’intero heads-up e dello spot in questione… qui sotto!

httpv://www.youtube.com/watch?v=yMpWVqWm0Cs

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari