Wednesday, Jul. 6, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 15 Giu 2017

|

 

Alex, il dealer 77enne che lavora da oltre 40 anni alle WSOP: “Ogni estate penso di smettere, ma…”

Alex, il dealer 77enne che lavora da oltre 40 anni alle WSOP: “Ogni estate penso di smettere, ma…”

Area

Vuoi approfondire?

Chi l’ha detto che solo i giocatori possono essere dei grandi appassionati di poker?

Alex Christoff è un dealer che ha dedicato tutta la sua vita al gioco: pensate che da oltre 40 anni distribuisce carte ogni estate alle WSOP di Las Vegas!

Questa per la precisione è la sua 42esima edizione consecutiva della World Series e giustamente alcune testate americane hanno voluto raccontare la sua incredibile storia.

Il 77enne Alex attualmente vive a Sandusky, in Ohio, nella città in cui è cresciuto. Si è diplomato nel 1958 alla Sandusky High School e si è sposato nel 1961 con una ragazza di nome Joyce, conosciuta proprio a scuola.

Una testata locale, il SanduskyRegister, ha intervistato Alex prima della sua partenza per le WSOP 2017, edizione nella quale darà carte in un terzo circa degli eventi in programma, Main Event compreso!

Sentite cosa racconta il dealer veterano: “Ogni anno penso di smettere, poi però torno sempre in Nevada. Non riesco ad immaginarmi impegnato in altro. Mi piace troppo il gioco, per me è come una vacanza pagata. Incontro leggende del poker al tavolo e conosco amici da tutto il mondo“.

 

 

Siete curiosi di scoprire qualcosa in più sulla sua storia? Alex fin da giovane è un appassionato di gambling. Tra i 18 e i 23 anni insieme a suo padre frequentava vari club in città: “Era pieno di businessmen, ero eccitato ma anche spaventato“.

In seguito Alex si è messo in proprio aprendo un suo club a Sandusky, ma con scarso successo: “Mi hanno obbligato a lasciare la città. Avrebbero potuto essere più severi, ma sapevano che avevo moglie e due figli. Ero appena tornato dal servizio nella Navy.

Nel 1974 ho vissuto un momento molto difficile. Non avevo lavoro e non avevo soldi. Sono stato costretto a trasferirmi a Las Vegas.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Ho chiesto un lavoro a Bill Boyd. Lui mi ha dato una risposta vaga e allora ho dovuto insistere. Gli ho preso il braccio e gli ho detto che non sarei andato via di lì senza un lavoro. Lui ha capito quanto volevo quel posto e mi ha assunto. È stato un miracolo“.

Nel 1976 il caparbio Alex è entrato a far parte dello staff delle WSOP. La sua reputazione di dealer bravo e preparato intanto cresceva. Sapeva dar carte nel Texas Hold’em, nell’Omaha e nel Seven Card Stud.

 

 

Da allora non ha mai smesso. Ovviamente in carriera ha dato carte a tantissimi campioni del poker. Su di loro dice: “Phil Hellmuth è uno dei miei giocatori preferiti da avere al tavolo, anche se a volte si scalda troppo. Daniel Negreanu è una bravissima persona, un gentleman. Non nega mai foto e autografi ai fan.

Ho dato carte a Doyle Brunson per 40 anni e non ho mai ricevuto un dollaro di mancia da lui. Ho fatto carte anche in un pot da 100mila dollari vinto da Chip Reese, che mi ha dato una mancia da 25$.

Va precisato che i giocatori professionisti di solito non lasciano mance. È il loro lavoro e non possono lasciare denaro ogni volta che vincono“.

Alex ai colleghi di CardsChat ha rivelato però che il suo gioco preferito è un altro: craps. A proposito dice: “È meglio del sesso“.

Chiudiamo con queste parole di Alex, che non ha assolutamente rimpianti sulla sua vita: “Rifarei tutto dal principio“. VGG a lui!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari