Friday, Oct. 18, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 24 Ago 2018

|

 

Scala colore batte poker di 10… e poker di 9! Il surreale spot e la tremenda beffa del Bad Beat Jackpot

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Scala colore batte poker di 10… e poker di 9! Il surreale spot e la tremenda beffa del Bad Beat Jackpot

Area

Vuoi approfondire?

Esistono spot che non esistono.

Casino del Sol, Tucson, Arizona. Lunedì scorso il trentasettenne R.J. Bergman decide di sedersi ad un tavolo di cash game 1/2$.

“Il poker è da sempre uno dei miei passatempi preferiti! Amo giocare, sia con gli amici che nei casinò. Vado a Vegas almeno 3 volte l’anno. Ed è meraviglioso sedersi là.”

Bergman si schiera con 200$ e dopo aver perso qualche piccolo piatto si ritrova con 165$ e 99 in mano. Apertura da parte di Utg a 8$, call per hijack, chiama il bottone e chiama anche R.J. da small blind.

Il flop recita 1099. Poker al flop!

Bergman, primo a parlare, decide ovviamente di bussare. Original raiser c-betta 15$, chiamano tutti.

Il turn è un J.

Check per Bergman, second barrell a 25$ per Utg, call per hijack, raise 50$ da parte del bottone. Bergman si lecca i baffi e opta ancora una volta per un cold-call. Utg passa, hijack chiama.

3 giocatori.

Il river è un 10.

Bergman, a questo punto, decide di andare all-in per 105$. Hijack, rimasto con appena 30$, chiama rapidamente e bottone, ancor più rapidamente mette tutte le chips al centro ed esclama: “Tens Quads!”

Al buon R.J. brillano gli occhi: vero, ha appena perso 500$ di pot, ma può incassare il Bad Beat Jackpot da 9.000$!

“Fantastico! Ho poker di 9!”

Nemmeno il tempo di alzare in alto i calici che hijack, sornione, mostra le sue carte: KQ. Scala colore.

“Non riuscivo a credere ai miei occhi. Straight flush runner runner. Non solo perdo la mano, ma arrivo terzo e vedo svanire la fetta più grossa del Bad Beat Jackpot davanti ai miei occhi. Incredibile.”

Nel marasma più completo – anche il Dealer resta a dir poco basito da quanto combinato – arriva il direttore di sala che annuncia al microfono quanto accaduto. E sentenzia le somme del Bad Beat Jackpot:

“Poker di 10 incassa 9.000$, scala colore ne prende 4.500$ e tutti gli altri player al tavolo ricevono 665$.”

Quel poker di 9 vale praticamente come un fold preflop.

Alla fine dei conti, Bergman si porta comunque a casa 500$ puliti, ma vederne svanire altri 8.335 in questo modo non può che lasciare un tremendo amaro in bocca.

“Non farò mai più slow-play in vita mia!”

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari