Friday, Nov. 22, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 23 Gen 2019

|

 

Arriva il 6+ Hold’em, lo short deck targato Pokerstars

Arriva il 6+ Hold’em, lo short deck targato Pokerstars

Area

Vuoi approfondire?

Uno degli obiettivi che PokerStars ha sempre dimostrato di perseguire nel corso degli anni è quello di offrire contenuti sempre nuovi e dinamici.

Proprio per questo da qualche giorno è stata rilasciata “una nuova variante di poker “, ad oggi disponibile sulle piattaforme Pokerstars .DK, .EE, .NET, .COM, .EU, .UK, .SE, stiamo parlando del 6+ Hold’em.

Questa variante particolare sarà disponibile per un periodo di prova sul cash game per tutti gli stakes sia real che play money.

L’idea alla base di questa variante non è una vera e propria novità, molti casinò già praticano da tempo lo short deck, tuttavia il 6+Hold’em presenta regole e caratteristiche proprie e ha da subito trovato pareri molto favorevoli dai professionisti di poker.

Le regole di gioco del 6+ Hold’em

Essendo come detto una variante short deck nel 6+ Hold’em vengono tagliate fuori tutte le carte dal 2 al 5 riducendo quindi il mazzo a 36 carte.

L’asso resta la carta più alta e inoltre può essere usato per costruire la scala più bassa quindi a partire dall’asso seguito dal 6 fino al 9, la scala più alta invece resta quella che va dal 10 all’asso.

Per quanto riguarda la progressione della partita questa resta identica al Texas Hold’em e quindi prevede la distribuzione di 2 carte a giocatore e il procedere di flop, turn e river.

Il 6+ Hold’em differisce però rispetto alla sua variante texana per quanto riguarda la modalità di gioco che è rigorosamente 6-handed, No limit e senza i bui tradizionali.

Il buio viene posto solo dal giocatore di bottone e quindi è appunto chiamato “button blind” mentre per tutti i giocatori compreso il bottone stesso è previsto l’ante che è pari al big blind.

Le differenze di punteggio nel 6+ Hold’em

Se per quanto riguarda le regole del gioco aldilà dei bui il 6+ Hold’em segue il passo del Texas Hold’em, non è lo stesso per quanto riguarda il punteggio.

Nella nuova variante short deck infatti il colore batte il fullhouse.

Il motivo di questa differenza è molto semplice, nel 6+ Hold’em infatti riducendo le carte a 36 si centra un tris al flop il 17% delle volte in cui si ha una coppia mentre le carte suited scendono da 13 a 9 tutto questo rende quindi il full più facile da chiudere del colore.

Di seguito abbiamo la tabella dei punteggi del 6+ Hold’em paragonati a quelli del Texas Hold’em:

 

Il 6+ Hold’em ha anche una differenza in termini di punteggio rispetto alle varianti short deck adottate dai casinò.

Se infatti è più semplice chiudere un set al flop, con 36 carte risulta anche più probabile ottenere una scala al river.

Proprio per questo motivo in molti casinò che adottano la variante short deck il tris batte la scala.

Nel 6+Hold’em però questo non avviene e la scala resta superiore al tris che si pone quindi superiore solo alla doppia coppia e inferiori.

Già nel corso del 2018 la poker room ha avviato un progetto di rinnovamento tramite l’uscita di nuove forme di gioco legate al poker.

I risultati di queste sperimentazioni sono stati il rilascio di tre nuove varianti: la “Fusion” dove l’hold’em si fonde con l’omaha, ha seguito poi il rilascio dello “Showtime” nella quale i giocatori devono mostrare le carte foldate infine è stato pubblicata la variante dello “Split hold’em” nel quale il board raddoppia e il piatto si divide a metà.

Per culminare l’anno al meglio c’è stato poi un ulteriore passo da parte di PokerStars verso il futuro e la tecnologia con l’uscita della nuova piattaforma Pokerstars VR realizzata tramite strumenti per la realtà virtuale.

Non è stata ufficializzata nessuna notizia riguardo all’introduzione del 6+ Hold’em anche sulla piattaforma italiana, ma potrebbe succedere di tutto: tenetevi dunque pronti e iniziate a provare questa modalità magari live con gli amici dato che in futuro questa variante potrebbe diventare la normalità del poker online.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari