Wednesday, Aug. 21, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 17 Apr 2019

|

 

Strategia con Jonathan Little: come combattere i bravi giocatori loose-aggressive

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Strategia con Jonathan Little: come combattere i bravi giocatori loose-aggressive

Area

In certi casi bisogna combattere il fuoco con il fuoco.

In sintesi è questo il pensiero dell’americano Jonathan Little quando discute di come si affrontano dei bravi avversari loose-aggressive.

Little, pluricampione al WPT e coach molto apprezzato, si è espresso a riguardo in un interessante articolo pubblicato da Card Player. Ci permettiamo allora di tradurre i suoi insegnamenti e anche un aneddoto sulle WSOP dello scorso anno. Ecco cosa dice Little:

Voglio condividere con voi un concetto che mi ha aiutato a combattere i giocatori bravi, loose e aggressivi che applicano costantemente pressione sia prima che dopo il flop. Questi giocatori sono spesso i più difficili da affrontare, perché l’aggressività consente loro di vincere la maggior parte dei piatti in cui voi non riuscite a migliorare con una mano decentemente forte.

In passato, ho avuto difficoltà a confrontarmi con giocatori che costantemente fanno raise e reraise. Ho lavorato molto sul mio gioco per ideare un piano che avrebbe portato questi giocatori a giocare in modo più lineare contro di me, permettendomi di applicare la mia normale strategia looose-aggresive con meno timore della loro aggressività.

All’inizio di un torneo, non appena diventa chiaro che uno dei miei avversari sta giocando in modo aggressivo, mi sforzo di combattere il fuoco con il fuoco e di controrilanciare aggressivamente. Uno dei principali vantaggi del fare presto queste giocate è che se falliscono non perdo troppe chips. I reraise aggressivi ti garantiscono anche una buona continuazione di giornata che porterà i tuoi avversari a stare fuori dai piedi.

Ad esempio, nel main event del 2018 delle World Series of Poker, sono stato abbastanza sfortunato da avere un tavolo di partenza che includeva due professionisti di livello mondiale in posizione su di me. Ho deciso che se mi avessero three-bettato aggressivamente all’inizio della giornata, avrei fatto una four-bet, facendo loro sapere che non mi sarei fatto outplayare dalle piccole aggressioni preflop o al flop.

Come immaginavo, entrambi i giocatori hanno deciso di mettermi alla prova con delle three-bet nel primo livello. Ho implementato allora il mio piano. Ho vinto uno dei piatti floppando una mano marginale che ha vinto allo showdown e ho perso l’altra quando non ho floppato nulla, ho fatto la continuation bet e poi mi sono arreso. Non ho vinto o perso chips, ma i benefici di queste giocate sono state enormi.

Nelle otto ore successive, sono stato three-bettato un’altra volta soltanto. Quando hai poca paura di subire un raise, puoi giocare un range molto più ampio di mani prima del flop, con poca paura di essere outplayato. Certo, se i miei avversari avessero deciso di piazzare un grande bluff contro di me, avrei pensato che avessero una mano forte. Tuttavia, non hanno mai provato a bluffarmi perché pensavano che avrei reagito in modo aggressivo, costringendoli a five-bettare in modo aggressivo o ad avere una mano forte. E ricevere una mano forte è difficile!

Ho lasciato il tavolo alla fine come uno dei chip leader. Se avessi semplicemente foldato all’aggressione dei miei avversari all’inizio della giornata, come avrebbe fatto la maggior parte dei giocatori, loro avrebbero sicuramente continuato a giocare aggressivamente contro di me per il resto della giornata, vincendo tutti i piatti piccoli e medi. Invece ho avuto modo di abusare di loro, con conseguente accumulo di un grande stack“.

Per la cronaca, Little non si è piazzato poi ITM al Main delle WSOP. Ciò non intacca comunque la bontà del suo free coaching.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari