Monday, Jul. 22, 2024

Poker Live

Scritto da:

|

il 9 Lug 2019

|

 

La bolla del Main Event WSOP 2019 è già nella storia

La bolla del Main Event WSOP 2019 è già nella storia

Area

Vuoi approfondire?

Al main event delle WSOP 2019 è arrivato il primo grande momento.

Vale a dire lo scoppio della bolla che assicura a 1.286 giocatori l’accesso alla zona premi.

Non solo, ma questo plotone di giocatori approda anche al day 4 e dunque da questa notte inizia la grande discesa verso il tavolo finale che culminerà al day 7 con l’eliminazione del decimo classificato.

Come sempre la fase bolla è stata vissuta fra giocatori pronti a bullare il tavolo e altri decisi a difendere il proprio stack verso l’approdo ai premi. Paga per tutti Ryan Pochedly, eliminato al 1.287 posto.

Certo, in qualche modo un premio lo ha vinto anche lui, visto che riceve il ticket da 10.000 dollari per l’edizione 2020 del main event WSOP.

Dunque se da un lato può consolarsi dall’altro però masticherà amaro per l’eliminazione e per il call che lo ha condannato. Una scelta molto opinabile.

Siamo nel livello 3.000-6.000 big blind ante 6.000 e il main event come detto cerca il suo bubble man per mandare agli archivi uno scoppiettante day 3.

Ryan Pochedly apre le danze con A-K da UTG a 14.000, mentre da late position arriva la 3bet a 42.000 di Julian Pineda con 7 6. Chiama l’americano e sul flop scendono 8 7 3 e c’è il check/call a 18.000 di Ryan sulla bet del colombiano.

Al turn scende K ed entrambi optano per un doppio check. Il river consegna 7 che induce il player a stelle e strisce al terzo check di fila.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Dall’altra parte Pineda ha centrato il trips di sette e muove allin, mettendo  Ryan Pochedly davanti ad un bivio.

Quest’ultimo è coperto nello stack e gioca per circa 300.000 chips, vale a dire 50 big blind. Uno stack ancora buono e con il quale potrebbe guardare con fiducia al day 4.

L’americano ha sì la top pair, ma ha senso giocarsi la bolla con una mano così marginale? A quanto pare la risposta è affermativa, visto che dopo diversi secondi chiama e scopre di essere ovviamente perdente.

Per Ryan il main event si chiude al 1.287 posto in bolla piena, mentre un’onda di entusiasmo pervade la sala del Rio.

Gli altri 1.286 players infatti, esultano festanti per l’obiettivo raggiunto. Pochedly prima di abbandonare l’area di gioco riceve da  Jack Effel il ticket per il main del prossimo anno. E su questa scena, si chiude il sipario sul day 3 del WSOP 2019 main event, con i 1.286 promossi che possono imbustare le loro chips verso il day 4.

E voi come avreste giocato questa mano? Condividete o meno la condotta in piena bolla? Fateci sapere.

Intanto gustatevi il video….

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari