Wednesday, Dec. 11, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 19 Lug 2019

|

 

Alex Livingston stregato da Dario Sammartino: E’ come un fratello per me

Alex Livingston stregato da Dario Sammartino: E’ come un fratello per me

Area

Vuoi approfondire?

Alex Livingston è il classico giocatore che fa la fortuna dei media e dei giornalisti. Non si sottrae mai alle domande, analizza lucidamente ogni quesito, si conferma un fiume in piena quando parla e soprattutto racconta cose non certo banali.

Al termine del final table del main event, il canadese si è sottoposta al fuoco di domande dei vari giornalisti e free lance presenti al Rio.

Dalla terza piazza conquistata, alla sua infanzia a Toronto e il gioco degli scacchi, passando per le sue attività, il suo percorso online, i perché del fold preflop con Q-Q, fino ad arrivare a Dario Sammartino.

Con il player azzurro svela di avere una grande amicizia. Un fatto inedito e sconosciuto ai più, ma soprattutto sorprendono le parole al miele del canadese nei confronti di “MadGenius“.

Dario è un ragazzo davvero fantastico. Un grandissimo amico, anzi lo considero come un fratello. Al tavolo finale, oltre a me c’erano altre 7 persone squisite e poi il mio fratello Dario Sammartino. E’ una persona meravigliosa e per bene. Al tavolo ci siamo sfidati lealmente, ma non sono mancati i momenti in cui lui mi spronava a far bene oppure si complimentava con me. Poco importa se la mia discesa a tre left è iniziata contro di lui, fa parte del gioco”. 

Incalzato dai giornalisti, Livingston non ha avuto alcun timore ad ammettere che il campano fosse di gran lunga il più forte fra i finalisti.

Basta guardare il palmares di Dario per capirlo. E’ un giocatore completo, ci siamo sfidati a lungo in questi anni ma lui ha raggiunto risultati pazzeschi. Soprattutto nei circuiti high roller. Quindi è naturale considerarlo il più forte fra i 9 finalisti“. 

La sola presenza al tavolo finale ha dato energia a tutti quanti. Un giocatore del genere, da un certo punto di vista lo devi temere, ma dall’altra parte è uno spettacolo averlo al tuo fianco. E’ forte, mai domo, in grado di ribaltare ogni situazione, capace di letture anche difficilissime. Insomma è contagiosa la sua brillantezza al tavolo. Poi, con i suoi tifosi che lo caricavano, Dario ha preso ancora più coraggio”. 

Per il canadese il fatto che alla fine Sammartino non abbia vinto non sposta di una virgola il suo giudizio:

Il fatto che sia arrivato secondo invece che primo, non sposta di una virgola il mio pensiero su di lui. Come giocatore, ma anche come persona. Mi sento molto fortunato ad averlo nella mia ristretta cerchia di amici. E’ un privilegio e un onore per me”. 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari