Friday, Nov. 15, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 23 Lug 2019

|

 

10 modelli di pensiero per affrontare un torneo di poker: l’aspetto mentale fa la differenza

10 modelli di pensiero per affrontare un torneo di poker: l’aspetto mentale fa la differenza

Area

Vuoi approfondire?

I giocatori di poker in gran parte amano lamentarsi. Non è solo un tipico aspetto del player italiano: anche all’estero ci saranno sempre giocatori pronti a spargere un oceano di lacrime per gli assi deplosi, per il cooler patito, per il river nemico e per un’altra serie di fattori. Ma se volete essere degli ottimi giocatori, oppure puntate ad un salto di qualità, è bene che vi segnate 10 regole da tenere a mente.

In certi casi sono regole, in altri casi sono aspetti mentali pronti a favorire un miglior mind set. Se a livello psicologico crescete, crescerà anche la vostra qualità al tavolo e di conseguenza ne beneficeranno anche i vostri risultati. Insomma un mix di “aggiornamenti” pronti a sostenervi sia sotto l’aspetto tecnico e sia sotto l’aspetto mentale. Chi cresce lo fa mettendo da parte cattivi pensieri e strane congetture: la fortuna peserà sempre sul singolo evento, sta a voi creare le condizioni per evitare certe situazioni poco favorevoli.

1 – Non è tutto rigged nel poker

Quante volte vi sarà capitato di leggere o sentire un giocatore dire che online è tutto truccato, che il server è rigged che le room hanno già deciso chi far vincere in un torneo? E quante volte dal vivo avete sentito lamentele “Quel dealer mi porta sfortuna? Oppure, quel “Dealer favorisce altri”? Se volte crescere, smettetela con queste leggende metropolitane. La distribuzione delle carte è casuale sia online e sia dal vivo.

I complotti non fanno parte di questo gioco. Se credete di essere stati derubati, oppure che si tratta di una farsa avete due opzioni: dedicatevi ad altro, oppure implementate le vostre accuse con delle prove. Se invece desiderate essere un buon player e ad aspirate a crescere, resettate tutto questo dalla vostra mente e iniziate a guardare sotto una nuova luce.

2- E’ un gioco matematico

In primis dovete ricordarvi che nel poker la matematica, la statistica e il calcolo delle probabilità hanno un’importanza capitale. Tutti sappiamo che una coppia di assi preflop parte all‘80% contro un’altra coppia. Questo significa che su 10 volte ne dovremo vincere 8, ma non è detto che sia sempre così. Come esiste la good run, esiste la bad run e capiteranno momenti difficili dove sarà più facile perdere che vincere con A-A.

Poi passa e tornerete a vincere 8 volte su 10. La fortuna va e viene, ma in parte conta anche come giocherete quella coppia d’assi. Certo se limpate utg e poi andate rotti al flop in un simpatico 5waypot, più che con la sorte, prendetevela con la vostra strategia.

3- Padroni di noi stessi

La fortuna o la sfortuna non possiamo controllarla. Questo è vero, ma c’è una cosa che possiamo fare: controllare le nostre emozioni, la nostra immagine al tavolo, il nostro stile di gioco e la nostra strategia. Dobbiamo essere padroni di noi stessi. Questo è il primo vero grande passo per migliorare.

4- Buon viso a cattivo gioco

Siete stati scoppiati? Il vostro rivale si è tuffato e ha chiuso l’incastro di scala? Gli avversari non mollano un piatto? Evitate di inveire contro di loro, evitate discussioni al tavolo (o in chat se state giocando online). Tutto questo accresce il vostro nervosismo e vi toglie energie per continuare a giocare. Invece di arrabbiarvi, studiate la strategia ideale per prendervi la vostra rivincita.

5- Autocritica costruttiva

Se perdete sempre, non potete dare colpa alla sfortuna in eterno. Significa che qualcosa non va nel vostro gioco. L’ottimo player è quello che sa analizzare e rimediare alle proprie lacune. E’ colui che dopo un’attenta disamina, ammette gli errori e lavora per limare le sue carenze.

6- Studiare e aggiornarsi

Ognuno al tavolo ha il suo stile. E’ una cosa che cresce anche in maniera naturale. Ma lo stile da solo non basta per vincere. Serve aggiornarsi sull’evoluzione del gioco stesso, confrontarsi anche con gli altri giocatori, studiare il gioco. Se rimanete sempre dentro al vostro guscio, siete destinati ad essere perdenti in questo gioco.

7- Difetti da correggere

Una delle regole basilari del poker è che non bisogna mai innamorarsi  di nessuna mano e che quasi tutti punti si possono foldare in questo gioco. Il famoso, “Chiamo perché 10-9 è la mia mano preferita” è un difetto grande come una casa e come tale va corretto, se non cancellato. I difetti non sono pregi e alla lunga vi danneggiano nel poker.

8- Bilanci temporali

Quando un player cerca di migliorare nel gioco ha bisogno ovviamente di tempo. Un tempo indefinito, che dipende anche dalla qualità stessa del player nell’apprendere e correggere. Per questo motivo un giocatore valido, di tanto in tanto, tira le somme del suo percorso di crescita. Ci saranno cose che vanno meglio, netti progressi e aspetti che invece vanno rivisti. E su quest’ultimi bisognerà lavorare con maggior attenzione.

9 – Applicazione costante

Abbiamo elencato una serie di regole e aspetti da tenere di conto. Tante belle parole che però devono essere tramutati in fatti. Per farlo c’è bisogno di un’applicazione costante da parte del giocatore stesso e no quando capita. E’ come un giocatore di calcio che si allena 1 volta si e 10 no: o ti chiami Maradona e allora potrai anche giocare da fermo, oppure sarai costretto a seguire le partite dalla panchina.

10- Condividi il sapere, ma mai al tavolo

Nel percorso i crescita ogni player imparerà tante cose nuove. Molte delle quali potrà condividerle con altri giocatori: il confronto fa sempre bene. Ma mai dovrà accadere al tavolo, dove il tuo sapere deve restare soltanto tuo in modo da non dare vantaggi agli altri giocatori.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari