Monday, Aug. 19, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 6 Ago 2019

|

 

Super fold di Dan Cates: Jungleman12 si salva al river vs Paul Phua

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Super fold di Dan Cates: Jungleman12 si salva al river vs Paul Phua

Area

Vuoi approfondire?

Una mano che farà parlare tanto. Un grande fold di Dan Cates alle Triton Series,  nell’ultima mano del day 2 nel “£100.000 main event“. Sono quegli spot che non solo restano impressi nella mente, ma che spiegano la differenze fra un giocatore normale e un fuoriclasse assoluto. Dan Cates è da oltre 15 anni uno dei più forti players al mondo e lo ha ribadito anche in questa mano.

Il suo fold al river lo salva. Vero che paga dazio nel count, dove Dan crolla all’ultimo posto. Ma è pur sempre vivo e in gara, con un final table tutto da giocare. Dall’altra parte Paul Phua si è fatto trovare dalla parte giusta del cooler e con il piatto incassato, comanda la discesa al titolo. Certo che se invece di Dan Cates, ci fosse stato un giocatore meno skillato, il suo stack adesso sarebbe ancora più ricco.

La mano

Si gioca il livello 22, 60.000-120.000 big blind ante 120.000. Siamo proprio nell’ultima mano di giornata per il day 2 del “£100.000 Main Event” alle Triton Series in corso a Londra. Dan Cates ha uno stack 2.2 milioni e da highjack apre le danze a 250.000 con A J e da cutoff chiama Paul Phua con 3 3 e uno stack complessivo di 4 milioni.

Il flop è letteralmente spettacolare con A A 3. Dan ha hittato il trips di assi e Paul dall’altra parte ha floppato il full house. Cates decide di uscire a 250.000 e ottiene il call del rivale. Il turn consegna 6 e “Jungleman12” decide di alzare il tiro a 450.000 unità. Phua non batte ciglio e calla la bet del suo avversario.

Si passa al river con oltre 2 milioni di pezzi nel turn. Cates a questo punto può vincere solo se scende il quarto ed ultimo asso per il poker, un jack per il full più alto e lo stesso vale in caso di un altro sei in quinta strada. Poche carte per il miracolo. Miracolo che non ci concretizza visto che il 9 certifica il pot nelle mani di Paul Phua.

L’americano per la terza volta di fila esce in bettata e ne piazza 650.000 al di la della linea. Per tutta risposta il malese impila le chips e annuncia l’allin complessivo per 3.075.000. Qui probabilmente scatta qualcosa nella mente di Dan Cates.

Dove la maggior parte dei giocatori avrebbe snappato per uno stack totale di 1.270.000 fiches, “Jungleman12” si lancia in the Tank per diversi lunghissimi secondi. Spende diversi Time Bank e poi folda la sua mano. Hero fold assoluto e applausi a scena aperta per il player a stelle e strisce, mentre Phua incassa un piatto da oltre 2.5 milioni che vale la leadership al final table.

Dan Cates sarà costretto alla grande rimonta, ma vedendo le skills di “Jungleman12” niente è poi così impossibile.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari