Monday, Sep. 23, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 17 Ago 2019

|

 

Quando e come 4bettare nel poker: strategia e vantaggi a nostro favore

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Quando e come 4bettare nel poker: strategia e vantaggi a nostro favore

Area

Vuoi approfondire?

Il poker ormai concede ai giocatori una miriade di opzioni da sfruttare durante le proprie partite. Una delle più particolari e se vogliamo spettacolari, riguarda la 4bet. Verrebbe quasi da dire, 4bettare is the way. Oggi cercheremo di capire quando e come utilizzarla, oltre alla strategia da adottare per trarne degli ottimi vantaggi. Insomma la 4bet vista da varie angolazioni.

Prima però di affrontare questo percorso, dobbiamo spiegare cosa è una 4bet. Se siamo ad un tavolo e dopo un primo rilancio, c’è un secondo raise quello in gergo si chiama 3bet. Se un alto giocatore effettua un terzo rilancio al tavolo, in quel caso abbiamo una 4bet. Solitamente si manifesta preflop la 4bet, ma seppur raramente, è possibile vederla anche post flop. Noi oggi ci occuperemo soprattutto di quelle preflop.

Come e quando 4bettare

La 4bet preflop si manifesta solitamente quando abbiamo delle mani premium. Insomma generalmente da Q-Q a salire e certe volte il campo si restringe da K-K in poi. Soprattutto i giocatori principianti si affidano alla 4bet con range così ben definiti. Poi ovviamente ci sono anche coloro che sparano 4bet in bianco, quando sono abbastanza sicuri di trovarsi davanti a players in grado di passare le loro mani o che abbiano dato segni di debolezza già in altri spot.

Chiaro che quest’ultima opzione richiede una certa esperienza e confidenza con il gioco: sia per la gestione della 4bet stessa e nel caso di call da parte di uno o più rivali, nella gestione del post flop. Ma che avvenga con mani importanti o meno, la 4bet resta sicuramente un’azione particolarmente strong. Rappresenta forza della propria mano, anche quando siamo in bianco ed è altamente spettacolare. L’importante è non abusarne. 4bettare in posizione aiuta al controllo della mano, ma in certi casi siamo pronti a 4bettare anche fuori posizione: soprattutto se i nostri avversari sono nettamente passivi nel gioco.

L’importanza della 4bet rispetto ai rivali

La 4bet come detto rappresenta un’azione molto forte. Se abbiamo una monster hand in mano diventa quasi naturale piazzarla, dopo due rilanci precedenti al nostro. Ma ci capiterà a volte di 4bettare in bianco, quando capiremo di essere in un tavolo abbastanza remissivo. Questo fattore comporta una capacità di leggere e comprendere lo stile di gioco dei nostri avversari.

Se ci troviamo di fronte a giocatori che sono pronti a passare le loro mani, la 4bet può diventare un’arma micidiale a nostra disposizione per portare a casa un numero cospicuo di piatti. Non solo, ma così facendo prenderemo il controllo pieno del tavolo. Discorso completamente opposto invece, quando siamo di fronte a players che non sono decisi a mollare il colpo facilmente. In questo caso dovremmo selezionare con cura le mani per sparare la nostra 4bet. E’ vero pure che dai giocatori aggressivi sarà più facile estrapolare valore grazie alle 4bet.

Con quali mani 4bettare

Abbiamo detto che le 4bet diventano quasi naturali, quando abbiamo mani premium. Ma non per forza dobbiamo andare in 4bet solo con esse. Già un asso accompagnato da un discreto kicker può diventare un’arma importante per impostare la nostra 4bet. Avendo già noi in mano un asso, riduciamo le probabilità che il nostro avversario possa avere asso-asso.

Molto utilizzati poi anche i connectors, meglio ancora se suited. Mani come 10-9, J-10 o anche Q-J a colore lavorano molto bene contro un buon numero di altre mani: potremmo sempre contare sul doppio progetto e nel caso in cui chiudiamo il draw avremo la possibilità di vincere piatti di un certo spessore.

Quando subiamo noi la 4bet

Il rovescio della medaglia è quando siamo noi a subire la 4bet, dopo aver piazzato la nostra 3bet. Molto dipende dallo stile e dall’immagine del nostro rivale, oltre alle carte che abbiamo. Se siamo di fronte ad un giocatore solido e abbiamo mani marginali, conviene foldare.

Ma se ad effettuare le 4bet è un giocatore aggressivo, ecco che allora la prospettiva cambia. Il poker ricordiamo è un gioco che si basa molto sul valore atteso e sull’Equity. Se crediamo di trovarci ad almeno un 25%-30% di equity contro questi tipi di players, allora conviene sempre flattare. Nel lungo periodo ne vedremo i frutti.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari