Wednesday, Feb. 19, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 21 Gen 2020

|

 

Tutti vorrebbero la run di Fabian Quoss dopo una pausa dal poker

Tutti vorrebbero la run di Fabian Quoss dopo una pausa dal poker

Area

Vuoi approfondire?

In questa edizione Aussie Millions segnata dai devastanti incendi che hanno spinto tanti giocatori a evitare la tradizionale trasferta di gennaio in Australia, c’è stato un piccolo colpo di scena.

Ai tavoli verdi si è rivisto uno dei ragazzi che più hanno fatto da portabandiera alla ondata tedesca degli ultimi anni: dopo aver vinto più di dieci milioni di dollari in tornei live, Fabian Quoss aveva appeso le carte al chiodo tre anni fa, sparendo letteralmente dai radar dei media pokeristici di tutto il Mondo.

Per questo rivederlo al tavolo verde ha fatto sensazione, anche se il buon Fabian ha provveduto subito a smorzare gli entusiasmi:

“E’ successo che mi è capitato di trovarmi da queste parti – ha detto Quoss ai colleghi di PokerNews – ho tanti amici qui, ho vissuto qui per un po’ e per la mia ragazza è la prima volta in Australia. Abbiamo viaggiato un po’ lungo la costa nei giorni di Natale, qui in Australia i tedeschi giocano a basket ogni giorno e questa cosa mi piace molto. Un paio di piccoli fattori mi hanno fatto prendere questa decisione”.

 

Il lupo perde il pelo…

Diversamente da un tempo, Fabian ha evitato tutti gli High Roller dello schedule Aussie. Prima del Main Event ha partecipato a due side event low stakes con sensazioni decisamente positive:

“E’ divertente, non solo perchè ho tante chips al Main Event: anche nei side event da 1.000A$ che ho giocato ho trovato divertente pensare di nuovo agli spot”.

Oltre a pensare agli spot, stando al blog di PokerNews, ieri durante il Day2 del Main Event Aussie Millions Fabian si è divertito a massacrare il suo tavolo a suon di 3- e 4-bet, senza timori reverenziali di sorta anche nei confronti di uno dei più quotati pro del panorama mondiale odierno come Timothy Adams.

Alla fine della giornata Quoss ha imbustato il quinto stack dei 158 giocatori sopravvissuti dopo che aveva chiuso chipleader il Day1A. Mentre scriviamo il torneo è al Day3 con 93 players left, e Quoss veleggia sempre nelle parti nobili del chipcount.

 

La scala colore formato maxi

Tra le mani che ha giocato Fabian ieri durante il Day2 del Main Event Aussie Millions ce n’è una che non può assolutamente passare sotto traccia.

E’ l’undicesimo livello quando Quoss decide di pushare da small blind con QT l’apertura del giocatore da bottone. Dopo il call di grande buio con coppia di Sette, l’original raiser folda ed è showdown.

Il flop non è affatto brutto (eufemismo) per Fabian: 9JK per la Scala Colore!

E al turn arriva un 8 che “allunga ulteriormente” il punto 🙂 Ma anche se il ferro della fortuna di Fabian sembra ben caldo, il tedesco ha detto di non avere intenzione di continuare a batterlo.

 

 

Ma non è comunque un ritorno

Quoss ha infatti ben chiari in mente i suoi progetti pokeristici. Questa al Main Event Aussie Millions è solo una scappatella, niente che possa far pensare a un suo ritorno al poker a tempo pieno.

Del resto il tedesco ha voluto cancellare ogni traccia del suo passato pokeristico. Ad esempio il suo nome è oggi oscurato su Hendon Mob, come si vede anche nel payout del Super High Roller EPT Montecarlo 2016 in cui relegò il connazionale Ole Schemion al secondo posto:

screen hendon mob fabian quoss

 

Qualche altra “scappatella” in programma, però, c’è:

“Non sto assolutamente pianificando di giocare ancora a poker – ha detto – Al limite potrete vedermi a Las Vegas per due o tre settimane la prossima estate, ma nessun ritorno in grande stile

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari