Saturday, Jul. 11, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 17 Giu 2020

|

 

Si ritorna a giocare live: in action a Sanremo, ipotesi EPT e WSOPE

Si ritorna a giocare live: in action a Sanremo, ipotesi EPT e WSOPE

Area

Qualcosa si muove. Dopo la paralisi a livello mondiale del poker live a causa del Covid-19, piano piano anche dal vivo il poker prova a ripartire. E’ e sarà una ripartenza molto lenta, con i dovuti accorgimenti e con infinita cautela. D’altronde dopo mesi di morti e contagi, sarebbe una follia riaprire come se niente fosse successo.

Ma in qualche modo il settore deve rialzarsi, considerando che nel 2020, solo il mese di gennaio è stato sfruttato a pieno per il poker live. Da febbraio in poi, cancellazioni e rinvii senza sosta in ogni angolo del globo, con i circuiti più importanti che si sono trasferiti online.

Vediamo dunque tutte le ipotesi per la seconda parte dell’anno, in special modo per i mesi autunnali, nella speranza che una seconda ondata non ci sia. Nel frattempo si torna a giocare anche in Italia, grazie al Casinò di Sanremo che è ripartito con i suoi eventi giornalieri.

Ipotesi WSOP Main event in autunno

Considerando che al momento non ci si può ancora spostare liberamente in tutti i paesi, cerchiamo di fare il punto della situazione.

Negli USA sono saltate per la prima volta in 50 anni le WSOP. Gran parte della kermesse 2020 si giocherà online, anche se da Las Vegas fanno sapere che proveranno a salvare il main event. Il campionato del mondo resta un evento particolare che attira migliaia di giocatori e non poterlo disputare sarebbe davvero un gran peccato.

Va però considerato che al momento il livello di contagi negli USA è ancora alto e dunque ogni previsione rimane molto incerta. L’idea delle WSOP sarebbe quello di piazzarlo in autunno, nella speranza che il Covid-19 ci abbia abbandonato del tutto. Ma è tutto ancora in alto mare e da Las Vegas continuano a monitorare la situazione.

Intanto venerdì al “Venetian” si giocherà il primo torneo di poker live: dopo tre mesi a Las Vegas ecco un evento dal vivo, ma con diversi paletti. 5 giocatori per tavolo come impongono attualmente le linee guida del Nevada Gambling Commission e formula shootout per mantenere le distanze al tavolo. Diciamo che le premesse non sono tra le migliori, anche se in questo momento non vi è altra soluzione per il poker live.

Il Poker Live riparte dalla Repubblica Ceca?

In Europa la situazione invece sembra migliore rispetto a quella degli USA, con i contagi che stanno scendendo in maniera netta e gran parte dei paesi che provano a tornare ad una parvenza di normalità. Ricordiamo che dopo l’annullamento dell’EPT Montecarlo a maggio, il PSPC e l’EPT Barcellona di agosto, l’European Poker Tour ha per il momento confermato la tappa di Praga.

L’evento solitamente si gioca a cavallo fra novembre e dicembre in Repubblica Ceca e si spera che fra meno di sei mesi la situazione sia completamente risolta, per quello che concerne il virus. Dunque si può sperare di salvare in qualche modo la stagione del poker live 2020, con una tappa storica come quella dell’EPT Praga.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Al fianco del noto circuito, ecco poi la versione europea delle World Series of Poker. Da alcuni anni le WSOPE si tengono al King’s Casinò di Rozvadov, tra ottobre e novembre. Anche in questo caso è giusto utilizzare il condizionale, ma le probabilità di veder assegnati bracciali dal vivo sono sicuramente più alte che per la kermesse in terra americana.

Non solo, va pure ricordato che lo stesso casinò King’s è stato il primo a riaprire i battenti a maggio e questo è sicuramente un dato positivo che fa ben sperare.

Sanremo, si gioca

In Italia il poker live era già abbastanza in crisi prima del Covid-19, figuriamoci adesso, dopo questa pandemia. Campione chiuso per fallimento, Saint Vincent e Venezia non pervenuti per il poker dal vivo, l’unico casinò che prova a mandare avanti il texas hold’em in Italia, è quello di Sanremo.

Lì, dove tutto è iniziato quasi 15 anni fa e dove è sbocciato il feeling tra i giocatori italiani e il poker stesso. Tornei giornalieri nel casinò ligure, con tutte le dovute precauzioni. Vale a dire tavoli con 5/6 Max, barriere di Plexiglas a dividere i giocatori e l’obbligo di mascherina al tavolo.

Certo non proprio il massimo, ma non ci sono alternative in questo momento se si vuol giocare dal vivo. E’ comunque un segnale importante per tutto il movimento, con la speranza che ben presto si possa tornare anche a respirare l’aria dei grandi eventi, nello storico Casinò sanremese.

Nova Gorica, San Marino e Malta

In attesa di capire bene come si potranno spostare i cittadini della comunità europea all’interno del territorio dell’UE, ci sono diversi casinò che hanno riaperto vicino ai confini italiani. Case da gioco molto familiari ai players italiani.

Il primo su tutti è quello di Nova Gorica: il Casinò Perla ha riaperto le sue porte e a breve si dovrebbero tornare a giocare anche i tornei, oltre al cash game che è già attivo. Semaforo verde pure a San Marino con i Giochi del Titano, per un altro luogo che ha catalizzato molto l’attenzione dei players italiani negli ultimi anni.

Infine, sono nuovamente aperti anche i Casinò a Malta. Nell’isola del Mediterraneo, insieme alle case da gioco hanno riaperto anche le scuole e dunque si prova a tornare verso una sorta di normalità. La stessa normalità che ci auguriamo per il poker live.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari