Tuesday, Dec. 1, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 7 Nov 2020

|

 

Le stime di Filippo Candio nella mano contro Cheong del Main Event WSOP 2010

Le stime di Filippo Candio nella mano contro Cheong del Main Event WSOP 2010

Area

Vuoi approfondire?

E’ la mano del Main Event WSOP che più è rimasta legata ai ricordi di noi appassionati italiani.

Giusto adesso che è scoccato il decennale da quello splendido quarto posto, Filippo Candio ha pensato di condividere sui social le stime che fece al tavolo nel momento in cui la venne giocata.

Memo per chi non ricorda lo spot.

 

La mano

La action nel dettaglio, 19 left al torneo dei tornei, blinds 80.000-160.000 ante 20.000.

Candio con 75 apre 385.000, Cheong con AA tribetta da bottone 1.125.000, chiama Filippo.

Flop 566 Cheong punta 1.550.000, Candio rilancia a 4.4 milioni, Cheong all-in, Filippo chiama ed è showdown.

Turn 8 che porta altri outs a Filippo, il river 4 materializza l’incredibile scala runner-runner per il sardo che non riesce a contenere la sua gioia!

Riviviamo il momento ad alta definizione in un video con le cinque migliori mani del Main Event WSOP 2010 pubblicato da PokerGo:

 

Le stime di Filippo a mano in corso

Tornando agli aspetti tecnici della mano, in più di una occasione, nell’arco di questo decennio, Filippo ha ribadito di aver chiamato per una questione di equity, in base al range stimato sulla history specifica contro Cheong.

I giorni scorsi, dalla sua pagina ufficiale Facebook, Candio è stato più preciso, postando lo specifico ventaglio di carte che assegnò all’avversario.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Ecco il range su cui Pippo mise Cheong dopo l’all-in al flop, stimato all’epoca  in base alla history che aveva accumulato contro di lui:

range cheong stima filippo candio

Secondo le stime di Candio, quindi, Cheong in quello spot avrebbe potuto tribettare preflop e poi pushare al flop sul suo raise con un range di mani molto ampio, composto da tutti gli assi a eccezione di A-6, tutte le broadway e connectors suited da 8-7 a salire.

Nel post sulla sua pagina ufficiale Facebook Filippo ha anche aggiunto una schermata con la equity del suo call contro il range stimato sopra:

odds call filippo candio joseph cheong

Per Filippo, quindi, in game il suo call era più che ad atteso positivo, come del resto ci ribadì anche un paio di anni fa.

candio spiega mano cheong

 

 

Critiche e carezze

Filippo ha condiviso il suo post anche in alcuni gruppi Facebook di poker. Oltre a tantissimi complimenti, c’è anche chi non si è astenuto dalle critiche.

La più gettonata riguarda l’errata stima del range di push di Cheong, decisamente troppo largo rispetto a quello che effettivamente poteva essere. Chi sostiene ciò aggiunge che al limite quello poteva corrispondere al suo range di tribet preflop.

Un conto però è giudicare una mano a freddo, un conto viverla in prima persona con tutto il carico emotivo e psicologico del momento. Sono passati dieci anni e questa mano continua a far discutere. Per altrettanti ancora almeno, molto probabilmente, continuerà a farlo.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari