Thursday, Oct. 21, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 31 Mar 2021

|

 

Blitz delle Iene in una sala slot clandestina: serve la riapertura delle sale da gioco legali

Blitz delle Iene in una sala slot clandestina: serve la riapertura delle sale da gioco legali

Area

Nella puntata di ieri, Le Iene (il noto programma di Mediaset) sono tornate a parlare del mondo del gambling.

Altre volte poker e gioco d’azzardo in generale sono finiti sotto il mirino delle Iene, e non sempre in modi condivisibili, come quella volta in cui Luigi Pelazza si introdusse in una cosiddetta “bisca clandestina“, in un servizio pieno di imprecisioni . Altre volte – per fortuna – sono stati interventi puramente goliardici e divertenti.

Il servizio di ieri sera invece riguardava il problema del settore del gioco legale in Italia, che soffre quanto molti altri delle restrizioni nate dalla pandemia fino allo stremo di chi non può più lavorarci.

Le Iene ascoltano il settore gioco legale

Antonino Monteleone ha a sua volta sottolineato come solitamente Le Iene vogliono contrastare o evidenziare i problemi del gioco d’azzardo e della ludopatia, ma questa volta sono andati ad ascoltare l’altra campana, quella dei lavoratori del comparto gioco legale ormai esasperati dalla chiusura.

Tra le voci di chi con il gioco ci lavora, scesi in piazza per esprimere e far valere i problemi di un settore sofferente ma soprattutto invisibile agli occhi di chi non lo conosce, alcuni proprietari di sale da gioco sono stati ascoltati dalle Iene:

“Ci siamo visti richiudere il 26 ottobre dopo aver investito tantissimi soldi per adeguarci ai protocolli. Sembriamo i dimenticati da Dio.

Pur senza sbilanciarsi troppo, questa volta Le Iene evidenziano il problema di 150.000 dipendenti rimasti senza lavoro, cercando di capire quali altri effetti abbia tutto questo.

Altri intervistati sottolineano come i protocolli per le sale gioco siano addirittura più severi di locali come bar e ristoranti, che il 70%-80% dell’introito delle macchinette va nelle casse dello Stato che ha utilizzato quei soldi anche per finanziare cose come il reddito di cittadinanza.

L’aumento delle bische e l’incursione delle Iene

Il punto focale della trasmissione però è come oltre ad aver tolto 5 miliardi di introiti dalle casse dello Stato, il fermo del gioco legale ha favorito la sua controparte illegale, quella gestita dalla criminalità organizzata.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

A sottoscrivere l’esistenza del problema il vice-direttore de Il Giornale Nicola Porro e il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho, che specifica:

“Con il gioco illegale si sovvenzionano mafia, camorra, ‘ndrangheta, e non si ha certezza in caso di vincita di avere ciò che si spera.”

Nel loro classico stile “blitz”, dopo la segnalazione di qualcuno dei manifestanti del gioco legale, Le Iene si intrufolano in una sala slot clandestina nel retro di un bar-ristorante di Agnano (Napoli) con una decina di macchinette, quasi ognuna occupata da un giocatore.

Viene spiegato come queste slot non sono collegate al sistema di controllo del Monopolio di Stato, e c’è quindi la possibilità che il software sia modificato per far perdere ancor di più i giocatori.

Un personaggio, che ha rifiutato di rispondere alle domande e di apparire in video, ha quindi spento in fretta e furia gli interruttori per evacuare rapidamente la sala.

Dopo l’insistenza e la perseveranza degli inviati di Mediaset, un gruppetto di persone con i volti coperti dai giubbetti (o dalla censura), ha allontanato in modo manesco Le Iene dalla zona, che hanno chiuso il programma evidenziando nuovamente come l’assenza di gioco legale non faccia altro che aiutare l’illegalità.

Per gli interessati, il servizio integrale è disponibile sul sito mediasetplay.mediaset.it.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari