Tuesday, Jun. 15, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 6 Giu 2021

|

 

TJ Cloutier, dallo sport ai braccialetti di Las Vegas . Cosa fa oggi

TJ Cloutier, dallo sport ai braccialetti di Las Vegas . Cosa fa oggi

Area

Può essere considerato “leggenda” del mondo del poker un giocatore che arriva due volte secondo al Main Event, senza riuscire a coronare l’ambito sogno di ottenere il più prestigioso braccialetto?

Certo che può , specialmente se è riuscito a vincere altri 6 braccialetti in carriera.

E’ la storia di T.J. Cloutier: andiamo a conoscerla.

T.J.Cloutier, lo sportivo californiano

Thomas James Cloutier nasce ad Albany, California, il 13 ottobre 1939.

Nato in una famiglia non particolarmente agiata, si mette in evidenza in gioventù alla Berkley, Università di California, non tanto per meriti scolastici, quanto per le grandi doti atletiche, che lo portano a diventare un protagonista assoluto sia nel football americano universitario che nel baseball. Tuttavia, non può perseguire a pieno la carriera sportiva per via delle difficoltà economiche della propria famiglia.

Dopo il periodo militare, la passione sportiva non si placa, tanto da spingerlo in Canada e militare con discreto successo nella Canadian Football League, con le maglie di Toronto e Montreal. In questo caso, però, è un grave infortunio al ginocchio a fargli concludere anzitempo la carriera.

Le circostanze lo spingono a cercare un impiego professionale, tanto da costringerlo a spostarsi in Texas, stato in cui trova impiego presso una compagnia di piattaforme petrolifere. Nel tempo libero, poi, giusto per non disconoscere del tutto il suo amato sport, diventa caddy nei campi da golf di Houston.

Ed è proprio nelle pause tra una buca e l’altra che viene introdotto al poker: una passione folgorante, che ogni giorno tenta di ottimizzare e approfondire.

E dopo qualche tempo, come molte delle storie pokeristiche, il grande passo: anche TJ si rende conto di guadagnare di più a carte che non lavorando, per cui si licenzia e si dedica completamente al poker: è il 1976.

TJ Cloutier e il poker

A questo punto, TJ si divide tra Texas e California, luogo in cui – oltre a giocare – si improvvisa (con grande profitto) organizzatore di tornei. Le frequentazioni quantomeno “borderline” non mancano, ma la scelta di lasciare il lavoro si rivela corretta. Inizia ad avere un portafoglio tale per cui si possa schierare agevolmente ai tavoli di Las Vegas, dove viene a contatto con Johhny Moss, Chip Reese e Doyle Brunson, con i quali stringe amicizia.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

I primi risultati torneistici arrivano nel 1983, ma è del 1985 il risultato a metà tra beffa e consacrazione: TJ partecipa al Main Event delle WSOP, dove arriva secondo su 140 partecipanti, alle spalle del solo Bill Smith.

La strada è comunque tracciata, e da quel momento Cloutier resta a Las Vegas a giocare tornei e partite cash game.

Nel maggio 1987 arriva il primo dei sei braccialetti che raccoglierà in carriera, di lì al 2005.

Considerato che il grosso della sua carriera si è svolta negli anni ’80, fa impressione il dato per cui in 22 occasioni abbia conseguito un premio superiore ai 100.000$ : ad oggi, quindi, conta oltre 10 milioni di dollari in vincite.

Altro dato statistico interessante è quello per il quale TJ Cloutier, nel 2021, risulta essere al secondo posto in termini di tavoli finali WSOP raggiunti, con 39 piazzamenti, alle spalle del solo Phil Hellmuth, che comanda questa classifica con 41.

 

TJ Cloutier oggi

Chi viaggia a Las Vegas sa di poterlo tutt’ora trovare ai tavoli dei tornei anche a bassissimo buy-in: sintomo che non ha mai perso la passione per il gioco. La sua vita, in fin dai conti, sembra non essere mai cambiata: tutti i giorni disputa questo o quel torneo.

Poco prima della pandemia, si è trasferito nuovamente in Texas, dove vive con sua moglie e i suoi sei figli, e fa letteralmente spola con Las Vegas, oltre a giocare nel vicino Casino di Durant, Oklahoma. Ha scritto quattro libri sul poker (assieme a Tom McEvoy) di grande successo, e non è raro trovare dei suoi editoriali nei maggiori siti online di poker.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari