Saturday, Sep. 25, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 21 Giu 2021

|

 

Le top 10 previsioni relative alle WSOP 2021

Le top 10 previsioni relative alle WSOP 2021

Area

Le World Series of Poker tornano al Rio All-Suite Hotel & Casino a settembre 2021. Dopo una crisi planetaria senza precedenti, ripartono i campionati del mondo di poker, dal vivo.

Molti si chiedono se queste WSOP potranno coincidere con l’inizio di un secondo boom del poker, o se i numeri saranno inferiori a quelli previsti dagli addetti ai lavori?

Tutti noi amiamo un po’ le scommesse, e pare che il mercato del gambling stia già dicendo la propria relativamente all’edizione 2021 delle WSOP.

Ora che il programma completo delle WSOP 2021 è stato rilasciato, dalla rete emergono alcune previsioni che vogliamo divertirci a riportare anche sulle nostre colonne, in attesa di capire se possano essere vere o meno.

1- Al Main Event parteciperanno più di 10 mila persone

La previsione più difficile della maggior parte degli anni è esattamente quanti giocatori prenderanno parte al Main Event che quest’anno prenderà il via tra il 4 e il 17 novembre. Ma stando alle parole del direttore esecutivo delle WSOP Ty Stewart,  secondo cui il motto delle WSOP 2021 sarà “vaccinatevi e venite a Las Vegas”, per quanto ambizioso un anno e mezzo di latitanza dalle partite live potrebbe portare a sfondare il muro delle 10 mila presenze al Main Event del Rio.

2- Giocatori online protagonisti

Non è un segreto che rimanere aggiornati con le tecniche di gioco del poker sia vitale per rimanere al vertice. E se da un lato i giocatori live sono rimasti a secco di esperienze praticamente dal 2019, quelli abituati all’online hanno trascorso due anni di numerosissimi tornei in rete. Il risultato è che questi ultimi potrebbero essere ben allenati ed aggiornati, mentre i primi (quelli live) potrebbero soffrire un po’ di ruggine.

3- Oltre 1000 donne prenderanno parte al Main Event

Una previsione piacevole: si pensa che, quest’anno, il dato del 5% di donne partecipanti al Main Event WSOP possa salire ad oltre il 10%. Quindi, presupponendo lo sforamento delle diecimila presenze, si andrebbe verso almeno 1000 donne al Main. Numero ipotizzato per via della presenza social femminile sempre più massiccia su forum e gruppi facebook dedicati al poker.

4- Le WSOP resteranno in autunno

Una delle caratteristiche più discusse delle WSOP di Las Vegas sono sempre state le temperature: terribilmente desertiche all’aperto, terrificantemente fredde all’interno del Rio. Molti, pertanto, ipotizzano che d’estate il poker potrebbe prevalentemente trovare spazio nell’online, mentre le WSOP in presenza in un più ragionevole clima autunnale.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

5- Un grande nome vincerà un braccialetto

Sembra scontato dirlo, ma ci si aspetta molto dai Poker Hall of Famer Ivey, Negreanu, Seidel ed Esfandiari, che da troppo mancano l’appuntamento col braccialetto. Molti scommettono sul fatto che uno di questi possa tornare alla vittoria nel 2021.

6- Mascherine e plexiglas divisori, quale fine?

Molti si sbilanciano sul fatto che vi possano o meno essere obbligatorietà per le mascherine e per i plexiglas divisori da giocatore a giocatore. Attualmente, si pensa che le placche divisorie trasparenti possano in effetti sparire, da qui ai prossimi mesi, mentre c’è più incertezza sulle mascherine. Quest’ultima caratteristica dipenderà dalla percentuale dei vaccinati, che però sembra essere (almeno negli Stati Uniti) molto elevata.

7-Hellmuth vincerà il Seniors Event

Il “Poker Brat” , come sappiamo, sarà senza dubbio protagonista – nel bene e nel male – anche di queste WSOP. Molti, però, insistono sul fatto che l’ennesimo braccialetto del campione di Palo Alto possa arrivare dall’evento che meno ti aspetti: nello specifico, potrebbe essere la volta del “Seniors Event”, ovvero quel torneo dedicato unicamente agli “over” del circuito. Quel field, in effetti, potrebbe essere molto più morbido essendo privo dei ragazzi dell’online, e per Hellmuth potrebbe essere una bella chance.

8- Shaun Deeb player of the year

Negli ultimi anni, ci sono state poche battaglie più divertenti a cui assistere di Shaun Deeb che cercava di vincere il WSOP Player of the Year. Epica è stata la faida 2019 con Daniel Negreanu e Robert Campbell, che ha visto Deeb terminare di un soffio al secondo posto. Deeb, già POY 2018, ritenterà l’assalto al prestigioso titolo, e i più dicono che quest’anno non ci sarà storia.

9- Le ultime WSOP del Rio

Si vocifera sempre più insistentemente che queste possano essere le ultime WSOP al Rio, dal momento che dal 2022 il circus potrebbe spostarsi in altra sede (come ad esempio al Las Vegas Convention Center, a nord-est della Strip, ma le location che si candidano non mancano).

10- Un braccialetto italiano?

Ci eravamo lasciati con il secondo clamoroso posto di Dario Sammartino al Main, che tanto amaro in bocca ha lasciato ai tifosi azzurri. Forse non al Main, ma complessivamente il poker tricolore ha dimostrato di essere sufficientemente maturo per portare a casa un altro braccialetto.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari