Tuesday, Oct. 26, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 13 Ott 2021

|

 

WSOP 2021: Gregory Chochon, direttore WSOP, sul braccialetto e su Neymar

WSOP 2021: Gregory Chochon, direttore WSOP, sul braccialetto e su Neymar

Area

Vuoi approfondire?

Interessante intervista, quella registrata ieri da Pokernews, al direttore delle World Series of Poker Gregory Chochon.

Si è parlato di World Series, di braccialetti.. e di aneddoti curiosi. Uno dei quali riguarda l’attaccante brasiliano del PSG Neymar.

Andiamo a conoscerne i passaggi principali.

Il braccialetto WSOP

Pokernews: Buongiorno Gregory. Anzitutto, ci piacerebbe sapere qualcosa in più sul braccialetto WSOP. Qual è la storia dietro questo oggetto?

Gregory Chochon: Beh, il braccialetto è una delle cose più rappresentative delle World Series. E’ un po’ come una medaglia d’oro alle Olimpiadi; abbiamo un’azienda partner che lavora oro e oggetti preziosi che ci affianca nella realizzazione, anno dopo anno, di questo importante riconoscimento.

P: Come viene deciso il design del braccialetto? E’ lo staff WSOP che decide?

GC: Allora, durante il corso dei mesi antecedenti l’azienda produttrice ci fa pervenire alcuni campioni, e noi diamo indicazioni su come eventualmente modificarli. Perchè ogni anno – cosa che molti non sanno – il braccialetto è diverso, di modo che risulti sempre un oggetto unico per i vincitori.

P: Ordinate il numero esatto di braccialetti o ne fate fare qualcuno in più, per ogni evenienza?

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

GC: Ogni tanto capita di avere, alle WSOP, un team-event che coinvolge sino a quattro giocatori. Per questo evento, noi prepariamo quattro braccialetti: se poi il team è composto da due o tre partecipanti, ecco che almeno un bracciale avanza. Non ne parliamo spesso, per mantenere il riserbo di dove vengono poi sistemati.

P: E’ già pronto il braccialetto per il Main Event?

GC: No, non è ancora pronto. Lo è quasi, ma teniamo ogni traccia nascosta fino all’ultimo giorno utile: non solo vale tantissimo (circa duecentomila dollari in oro e diamanti), ma essendo quello più atteso cerchiamo di far sì che sia una sorpresa per tutti.

Neymar e il braccialetto

P: Esistono delle storie divertenti, inerenti il braccialetto WSOP?

GC: Sicuro, una in particolare riguardante il calciatore del Paris Saint Germain Neymar. Un anno è venuto qui a Las Vegas a giocare le World Series, e (in via del tutto eccezionale) ci ha chiesto se poteva vedere da vicino un braccialetto. Gliene abbiamo portato uno, e lui – contentissimo – ha iniziato a fare storie su Instagram, Snapchat, Twitter eccetera, mostrando il braccialetto ai suoi 150 milioni di followers, scrivendo “Questo è il mio sogno”, “questo è il mio obbiettivo”, “Questo è un braccialetto reale” e cose così.  A quel punto, ci siamo sentiti (non era mai capitato con nessuno prima) di regalargli un braccialetto. E’ stato talmente contento quando gliel’abbiamo consegnato che ha pianto per qualche minuto, ringraziandoci tantissimo. So che attualmente conserva quel braccialetto a casa sua, a Parigi, e ha promesso di ritornare per provare a conquistarne uno veramente, sul campo. Poi, si sa: a poker possono vincere davvero tutti, quindi, chissà…

La premiazione

P: Vi sono state delle premiazioni particolarmente toccanti?

GC: Partendo dal presupposto che ogni cerimonia di premiazione è contraddistinta dal suono dell’inno nazionale, ogni volta che lo vince un giocatore brasiliano per la prima volta è molto emozionante, dal momento che sia lui che i suoi amici cantano l’inno a squarciagola, colmi di gioia, proprio come si farebbe alle Olimpiadi o ad una partita di calcio. Questo, naturalmente, rende la premiazione estremamente emozionante.  

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari