Tuesday, Aug. 9, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 30 Giu 2022

|

 

Zlatin Penev racconta la vittoria del PokerStars Summer Festival Malta

Zlatin Penev racconta la vittoria del PokerStars Summer Festival Malta

Area

Vuoi approfondire?

Al tavolo finale del PokerStars Summer Festival Malta non c’erano due ma tre italiani.

Oltre ai tricolori di Manuele Ciccarelli e Riccardo Erca, infatti, anche il vincitore Zlatin Penev, battente bandiera bulgara in tutti i report e nel count ufficiale, è un nostro connazionale a tutti gli effetti.

“Ho la doppia cittadinanza, bulgara e italiana – dice Zlatin –  dall’età di 6 anni ho sempre vissuto a Riccione, quindi mi sento romagnolo DOC. Mi sento italiano perché ragiono e penso in italiano”

E meno male perché difficilmente avremmo potuto conversare in bulgaro!

 

Il racconto del torneo

Zlatin racconta così il torneo vinto:

“Ho chiuso il day 1 del Main Event con 50x. Il day2 è stato una giornata molto difficile, piena di alti e bassi, ma siamo riusciti a portare 20x al day3 dove partivamo in 90 left. Al day3, dopo due orbite, ho prima raddoppiato in blind war per 25x e poi coolerato sempre in blind war KK contro TT: il colpo ha holdato e una volta deep ho iniziato a imporre il mio gioco.”

Al tavolo finale le cose si sono messe subito bene:

“Ho iniziato il tavolo finale da chipleader e mi era capitato un posto abbastanza comodo in quanto avevo i regular a destra. Naturalmente conoscevo ‘EagleSupport’, che ha bustato in un brutto setup in blind war contro di me. Da 6 left in poi il field non era proibitivo e ho subito iniziato a cambiare marcia. Un momento in cui ho creduto che la vittoria fosse in tasca è arrivato a 4 left, quando avevo uno stack doppio rispetto all’average e metà delle fish in gioco. Sfortunatamente da 11 milioni sono sceso a 2,5 milioni, ritrovandomi da chipleader a più short sempre a 4 left.”

 

L’avventura in terra maltese

Il 24enne racconta che la partecipazione al torneo è stata una conseguenza diretta del suo recente cambio di residenza:

“Ormai sono 4 mesi che vivo qui a Malta con Andrea Radicchi e Davide Calvaresi e non vedevo l’ora di partecipare a questa tappa giocando in ‘casa’. La tappa è iniziata subito bene, nonostante la deeprun all’evento da 2200€ si sia conclusa al 18° posto.”

Come molti colleghi grinder, Zlatin ha scelto l’isola mediterranea come base per potersi misurare nelle poker room internazionali contro i più forti giocatori del mondo. Dalla frequentazione dei casinò maltesi qualche settimana fa era arrivato il suo primo successo live: “Ho vinto il PokerOne – dice Zlatin. A oggi però quella vittoria ancora non è riportata sul database di tornei live Hendon Mob.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

La premiazione

 

Gli inizi con il poker

Sembra passato un secolo da quando Zlatin muoveva i primi passi con il poker:

“Ho iniziato a scoprire il ‘giochino’ all’età di 16 anni, un po’ come tutti con le prime partitine da cinque euro con gli amici. A 18 anni appena compiuti ho aperto il primo conto online e da lì piano piano ho iniziato ad approcciare il poker sempre più seriamente, anche se all’epoca lavoravo come barista.”

Stante l’incompatibilità del gioco con il lavoro, per ‘bulgaro’ arrivò presto il momento di scegliere:

“Ad Halloween dei 18 anni c’è stato il primo successo live in terra sanmarinese che mi fece arrivare tardi a lavoro, visto che al bar dovevo attaccare alle 06.00 di mattina. Diciamo però che quella è stata la cosa che mi ha spinto a lasciare il lavoro e a dedicarmi solo al gioco a tempo pieno. Ormai sono 5 anni che lo faccio come professionista e non ho mai rimpianto questa scelta, nonostante tutte le difficoltà che ho dovuto affrontare”.

 

I progetti futuri

Ora Zlatin è convinto che questa vittoria non scombussolerà più di tanto la sua routine:

“Le mie abitudini non cambieranno a livello di routine o schedule. Ora mi prendo un bel mese di ferie e poi ad agosto andrò a Barcellona per la tappa EPT e chissà, magari vincere un altro trofeo. Sull’online invece mi concentrerò poi, a partire da settembre od ottobre.”

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari