Monday, Nov. 28, 2022

Storie

Scritto da:

|

il 25 Set 2022

|

 

Panico alle WSOP: il racconto di Adrian Mateos

Panico alle WSOP: il racconto di Adrian Mateos

Area

Vuoi approfondire?

Era il 17 luglio, Espen Jorstad era da poco stato incoronato campione del Main Event WSOP quando al Bally’s/Paris si diffuse incontrollata la voce di una sparatoria.

Le sale vennero evacuate in fretta e furia e i restanti tornei delle World Series in programma quel giorno furono annullati.

Anche se poi, fortunatamente, si rivelò un falso allarme, per i presenti furono attimi ben concitati, come ha ricordato Adrian Mateos nel suo blog.

 

Un fulmine a ciel sereno

Quel giorno il professionista spagnolo da oltre 29 milioni di dollari in vincite live era impegnato nell’evento 56 delle World Series Of Poker, 10k 6-max.

“Stavo guardando il mio telefono quando all’improvviso un rumore sordo dall’altra parte della stanza mi ha fatto alzare lo sguardo. Poi ho visto un flusso di persone che correva verso di noi in modo disorganizzato. WTF! In momenti come questo non c’è molto spazio per la riflessione. Il tuo istinto ti dice di comportarti come tutti gli altri: ti alzi, prendi la tua borsa e corri nella stessa direzione. Ho lasciato la stanza seguendo la folla davanti a me, e ho continuato finché non sono arrivato in strada. Una volta fuori, di notte, c’erano ovunque segni di panico. Che cosa stava succedendo? Le voci parlavano di un cecchino in azione in città”

 

Effetto valanga

Le cose sono andate avanti nella incertezza fino a una comunicazione ufficiale abbastanza rassicurante del dipartimento di polizia della città.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Siamo rimasti lì, in strada lontano dai casinò, senza sapere se fossimo al sicuro o meno, mentre segnali di panico ci raggiungevano da tutte le parti. I minuti passavano e sui social iniziavo a leggere un mucchio di teorie sull’accaduto. In situazioni di questo tipo devi mantenerti abbastanza calmo da sapere a cosa credere e a cosa no. Poi improvvisamente nella mia cronologia ho visualizzato un tweet del dipartimento di polizia di Las Vegas: apparentemente non c’era motivo per un tale caos. Non c’era nessun cecchino che si stava scatenando contro la popolazione. E’ successo è che una persona mentalmente instabile ha lanciato un grosso sasso contro una delle porte a vetri dell’MGM Grand, provocando un forte schianto che alcuni hanno interpretato come uno sparo. L’effetto valanga che ne è seguito non è altro che il prodotto della psicosi di una società fin troppo abituata a questo tipo di eventi.”

 

Le conseguenze

Tornata la quiete dopo la tempesta, la situazione ha comunque avuto bisogno di tempo prima di tornare alla normalità. Nelle sale in cui si stavano giocando gli eventi WSOP, tavoli e sedie erano ribaltati e le chips sparse ovunque.

“Le WSOP hanno deciso di concludere la giornata del torneo e di provare a ricostruire gli stack con l’aiuto dei giocatori e delle telecamere di sicurezza. Se dobbiamo cercare un punto positivo in tutto questo, possiamo dire che fortunatamente la stanza era tutt’altro che piena, altrimenti danno sarebbe stato molto maggiore.”

Mateos ha scritto di essere rimasto scosso per l’accaduto, nonostante sia ormai abbastanza abituato alle singolarità della città delle luci.

“Ci sono sempre cose incredibili che accadono a Las Vegas. Ci ho vissuto un terremoto, diverse tempeste di sabbia, ma non avrei mai pensato di provare una cosa del genere. E non parlo della possibilità di una sparatoria – purtroppo sappiamo tutti che negli Stati Uniti ne succedono quasi tutti i giorni – ma della ‘non sparatoria’. Quello che mi sconvolge di questa vicenda è soprattutto il fatto che un rumore, per quanto forte, in un punto molto localizzato della Strip, un viale molto lungo e rumoroso, possa scatenare una tale ondata di panico. Ecco, questo è completamente folle!”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari