Friday, Jul. 19, 2024

Poker Live

Scritto da:

|

il 3 Giu 2023

|

 

WSOP 2023: tifiamo anche per Di Donato nel Mystery Millions! Urbanovich guida il Seven Card Stud

WSOP 2023: tifiamo anche per Di Donato nel Mystery Millions! Urbanovich guida il Seven Card Stud

Area

Vuoi approfondire?

Rieccoci qua, pronti a riportarvi quel che è successo in altri eventi delle WSOP che si sono conclusi quando qua in Italia eravamo già nella mattinata inoltrata.

Ripartiamo dal terzo flight del Mystery Millions dove si allunga la lista degli azzurri passati al Day 2 domenicale. Tifiamo infatti anche per Giovanni Di Donato! Tra le altre cose si è piazzato ITM il pirata Pescatori insieme a Sergio Benso.

Poi ci spostiamo negli eventi n° 7 e 9 del ricco programma americano. Siamo quasi in fondo al torneo Limit Hold’em mentre è iniziato un Seven Card Stud che arricchisce così l’offerta di varianti. Brilla qui la stella del polacco Dzimitry Urbanovich, nome che noi europei conosciamo bene.

Ecco a voi tutti i dettagli del caso… Buona lettura e in bocca al lupo a tutti i nostri connazionali impegnati a Las Vegas!

 

Evento #3: passano in 281 al Day 1C

Eccolo qua il terzo Day 1 di questo interessante evento da mille dollari di buy-in che ha attirato un hype pazzesco tra i giocatori. Per il quarto e ultimo flight odierno gli organizzatori delle WSOP hanno dovuto cancellare altri eventi, mettendo a disposizione più di 500 tavoli!

Tornando al Day C, a fine serata sono state chiamate le ultime sei mani e poi in 281 sono arrivati alle buste. Ryan McKnight e Tony Love hanno chiuso con oltre due milioni di pezzi a testa in testa al count. Ma siamo lontani dagli stack raggiunti dai precedenti leader di giornata.

A noi italiani fa piacere sottolineare soprattutto la prova di Giovanni Di Donato: l’azzurro ha chiuso con 1.280.000 di stack. Ci ha riprovato lo svizzero Roby Begni ma senza successo. Invece ha piazzato la bandierina Max Pescatori per 1.061 dollari; così come Sergio Benso, già al suo secondo ITM in queste WSOP. Vi lasciamo con un’altra top ten.

La top 10 del Day 1C

1 Ryan Mcknight US 2,050,000
2 Tony Love US 2,000,010
3 Ranko Jovicevic CA 1,990,000
4 Luis Martinez MX 1,950,000
5 Bleron Maliqi CH 1,910,000
6 Tobin Lawver US 1,900,000
7 Albert Nguyen CA 1,835,000
8 Alan Horsburgh GB 1,770,000
9 Jordan Taniguchi US 1,740,000
10 Omer Rotman US 1,735,000

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Evento #7: Limit verso il final table

Veniamo al Day 2 del torneo 1,500 Limit Hold’em. Qui ieri avevamo lasciato 169 giocatori superstiti ai tavoli, tutti in cerca delle 80 posizioni ITM. La bolla è regolarmente scoppiata e siamo giunti a pochi passi dal final table… È uscita in posizione n° 69 Dana Davidson che guidava ieri la truppa.

Adam Friedmann, possessore di cinque braccialetti WSOP, è stato bustato invece in 18esima posizione da Vadim Shlez e così avanzano in 17 nel count. Comanda nettamente il canadese Jason Duong davanti a David ODB Baker. Vedremo chi la spunterà nel Day 3.

I 17 left del Limit

1 Jason Duong CA 1,615,000
2 David “ODB” Baker US 1,260,000
3 John Mullaney US 1,225,000
4 Kerry Welsh US 1,185,000
5 Matthew Dames US 1,175,000
6 Rostyslav Sabishchenko GB 1,075,000
7 Raul Celaya US 900,000
8 Scott Eskenazi US 785,000
9 Paul Dockal US 755,000
10 John Armbrust US 735,000
11 Chairud Vangchailued US 670,000
12 Lonnie Price US 545,000
13 Vadim Shlez UA 485,000
14 Donald Auger US 260,000
15 Omar Mehmood US 245,000
16 Jason Gola US 210,000
17 Jesse Knight US 100,000

 

Evento #9: il Seven Card Stud parla polacco

Ecco un evento da tre giorni iniziato ieri sera con i suoi 1.500 euro di buy-in. Per tutti c’erano 25.000 chips di partenza. Sono stati 360 qui gli iscritti nella prima giornata, numero diventato definitivo dopo nove livelli. Grazie a loro sono stati raccolti 480.600 dollari di montepremi.

Sono state in seguito chiamate le ultime tre mani del Day 1 e 101 giocatori hanno imbustato. Tra loro spicca il nome del leader Dzmitry Urbanovich: il forte polacco ha accumulato 292.000 gettoni dopo 15 livelli di gioco. Parliamo di un campione EPT con oltre 6 milioni vinti in carriera, per chi non lo sapesse.

Saranno 54 i premiati con un braccialetto in palio che vale 110.800 dollaroni. In corsa abbiamo nomi del calibro di Shaun Deeb (255,500), Victor Ramdin (187,500), John Cernuto (123,000), Ari Engel (115,000), Barry Greenstein (97,500) e Nick Schulman (241,500).

Sono stati invece bustati i vari Brandon Shack-Harris, Eli Elezra, Ethan “Rampage” Yau, Alex Foxen, David Williams e Daniel Negreanu. Non si è proprio schierato Alex Livingston: il campione in carica era impegnato a chiudere al terzo posto l’evento 6 delle WSOP. Tornando all’evento 9, il gioco riprende alle 13 del pomeriggio americano. Good luck a tutti!

La top 10 del Day 1

1 Dzmitry Urbanovich PL 292,000
2 Chris Hundley US 261,500
3 ??? US 255,500
4 Nick Schulman US 241,500
5 John Monnette US 222,500
6 Joseph Villella US 208,000
7 Ben Yu US 191,000
8 Timothy US 189,500
9 Victor Ramdin US 187,500
10 Kevin Iacofano US 185,500

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari