Sunday, Jun. 16, 2024

Strategia

Scritto da:

|

il 31 Ott 2023

|

 

A lezione da Rolle: i 4 pensieri tossici che impediscono di value-bettare correttamente

A lezione da Rolle: i 4 pensieri tossici che impediscono di value-bettare correttamente

Area

Vuoi approfondire?

Nel set di skill di un pokerista, le value bet spesso non vengono inquadrate correttamente.

In un gioco a somma zero come è il poker, estrarre il massimo valore dai propri punti vincenti è fondamentale per massimizzare il win-rate sul lungo periodo.

Per il coach Benjamin ‘bencb789’ Rolle, però, alcuni giocatori sono attraversati da ‘pensieri tossici’ che impediscono loro di value-bettare nel modo corretto.

“Estrarre più soldi possibile dalle tue mani buone è ampiamente sottovalutato. Tanti giocatori non soffrono di una mancanza di conoscenza, ma hanno dei brutti pensieri che li trattengono.”

 

L’arte delle thin value-bet

Ovviamente ciò non si verifica quando si ha in mano un punto di forza estrema ma quando il valore da estrarre è “sottile”, e quindi la value-bet che ci permette di estrarlo è “thin”.

Con “thin value bet” si intende quindi una puntata per valore marginale effettuata in situazioni limite con lo scopo di ottenere un leggero profitto, ma che a volte può portare a soccombere a mani migliori.

 

I pensieri tossici che impediscono di valuebettare correttamente

Ecco 4 pensieri tossici che secondo Rolle impediscono di “bettare thin” per valore.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.
  • Potrebbe rilanciare e non saprei cosa fare, quindi è meglio che checki.
  • E se ha una mano migliore?
  • Devo avere mani forti nel mio range di check fuori posizione.
  • Voglio outplayare il mio avversario.

 

Il coach tedesco definisce il terzo punto ‘sindrome da bilanciamento GTO’, mentre il quarto è la sindrome ‘del fancy play’, che consiste nel checkare troppo spesso con buone mani fuori posizione.

Al di là di questi punti, che a tutti gli effetti possono essere visti come leak tecnici, i primi due pensieri tossici che impediscono di value-bettare correttamente sembrano determinati dalla paura.

Tutti diventano più pressanti nelle fasi finali dei tornei, quando maggiore è la posta in ballo.

 

I rimedi

Secondo Rolle è possibile arginare questi pensieri tossici lavorando su sé stessi e sulla consapevolezza delle proprie abilità.

“Ci sono giocatori che non capiscono quando valuebettare thin in certi spot, o usare un adeguato sizing. Ma ci sono anche giocatori che hanno studiato in modo adeguato la teoria del valuebetting e mancano al momento della esecuzione. Questa mancanza a volte è collegata a problemi mentali di vario tipo. Crea consapevolezza sulla tua abilità di eseguire specifiche strategie, e lascia andare i pensieri tossici che ti trattengono. Se ne hai qualcuno, identificalo e lavoraci su. Questo è il primo step”.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari