Sunday, Jun. 23, 2024

Poker Live

Scritto da:

|

il 8 Mag 2024

|

 

Due mani del tavolo finale IPO Sanremo cui non troviamo un senso

Due mani del tavolo finale IPO Sanremo cui non troviamo un senso

Area

Vuoi approfondire?

L’IPO Sanremo che si è concluso stanotte con la vittoria di Alesso Albore ha avuto un tavolo finale davvero unico nel suo genere.

Il deal conclusivo a tre, con cui i due short stack si sono di fatto arresi al chipleader, consegnandogli la prima moneta integrale per rispalmare solamente secondo e terzo posto, non è stato che la classica ciliegina sulla torta.

In precedenza al tavolo finale si erano viste almeno due mani davvero assurde, almeno per i nostri canoni. Vediamole subito.

 

La top two foldata con tutte le odds del mondo

La prima del lotto è arrivata all’inizio del tavolo finale. Su blinds 200k/400k con bb ante, il chipleader Valerio Marino apre x2 AQ da bottone con 25M di stack .

Da grande buio Francesco De Rose con 8,2M di stack difende QJ.

Flop JA2 De Rose check, Marino 500k, call.

Turn Q, De Rose leada 1,3M, chiama Marino.

River 5 De Rose punta ancora, stavolta 1,8M, e resta con 4,2M dietro. Marino rilancia a 3,6M.

De Rose shova: a questo punto Marino dovrebbe aggiungere 2,4M per un piatto che è già di 15 milioni… Ma DECIDE DI FOLDARE!

 

Perché non troviamo un senso a questa giocata

Al river Marino ha tutte le pot odds del mondo per chiamare con la doppia coppia più alta che può materializzare quel board.

Facendo il calcolo con la consueta formula, dovendo aggiungere 2,4 milioni su un piatto di 15 milioni, il punto di pareggio del call è al 13%.

In pratica Marino è ultracommittato al pot. Probabilmente il giocatore, favorito anche dall’overplay di De Rose, è andato in overthinking finendo col convincersi che davanti alla azione ultrastrong dell’avversario avrebbe messo da morto, sempre o quasi.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Ma per chi scrive resta una giocata da doppio cerchio rosso.

 

La spiegazione di Marino

Il protagonista del fold ha dato la sua spiegazione sulla nostra pagina Facebook. Riportiamo:

“Quando si gioca un live con questo buy in e questo field la scelta del giocatore tante volte si discosta dalla teoria. Ho giocato con il signore in questione tutto il day3 e parte del day4 pre final table. Il “doppino River” viene fatto per far callare il range che contro all-in folda, non mi limito al call per non perdere valore contro quella size. River per me quando fa all-in ha sempre KT, chi dice che sono committato probabilmente pensa che io sto spot sono buono 1/7.5. Ho provato a spiegare in maniera spiccia e non tecnica lo spot per far capire un attimo che quando si giocano determinati spot contro determinati avversari live si devono avere determinate info e la move che fai spesso non segue la linea teorica.”

 

Flattare per un terzo dello stack e poi foldare

L’altra mano da confini della realtà arriva con il torneo a 4 left su blinds 400k-800k con bb ante.

Rimasto con 6,7M Giancarlo openpusha K7 da utg/co. Dopo il fold del francese Hervè da bottone con A9, a parlare è De Rose da small blind.

Il giocatore spilla top range, QQ e chiama il push per restare con 11M di stack davanti. Anche il chipleader Alessio Albore da big blind si sveglia con top range, AK, ma a differenza di De Rose repusha.

Quest’ultimo va in the tank e alla fine DECIDE DI FOLDARE! Sul board 942T2 Giancarlo è player out e il torneo approda alla fase tre left. Ma se avesse chiamato come le basi del poker avrebbero consigliato di fare, De Rose avrebbe trovato un triple-up quasi pieno!

Sui motivi per cui questo fold ci sembra davvero senza senso non è neanche il caso di dilungarsi troppo. Già nel commento alla diretta Giada Fang ha sottolineato la portata macroscopica dell’errore.

Investire un terzo dello stack per poi foldare una combo da top del range come coppia di donne in un 4 left, semplicemente, non si fa. Anche perché il chipleader avrebbe potuto fare repushare benissimo con coppie dominate (99/TT/JJ).

Ma anche nel caso in cui questo avesse vinto il colpo, De Rose sarebbe comunque uscito in terza posizione dopo Giancarlo.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari