Wednesday, Jan. 26, 2022

Scritto da:

|

il 16 Apr 2011

|

 

Collin Moshman parla del blocco del poker online negli USA

Collin Moshman parla del blocco del poker online negli USA

Area

Sicuramente quello che sta succedendo in queste ore negli USA, ovvero che tutti i player americani  non possono giocare on line a poker su Full Tilt Poker, PokerStars e Absolute Poker, sta scatenando una vera e propria reazione a catena tra gli appassionati del settore, tra supposizioni sul perché sta accadendo tutto questo e su come si evolverà lo scenario futuro del poker negli USA.

A mettere un po’ di ordine alla questione e soprattutto per esprimere un’opinione sulla vicenda ci pensa Collin Moshman che ha scritto sul suo blog alcune opinioni sulla questione. Sul blog infatti ha precisato che anche lui non ha notizie certe e complete di quello che sta accadendo, ma il suo è un discorso personale rivolto a tutti quelgi utenti che l’hanno contattato privatamente in chat.

La prima domanda a cui cerca di dare una risposta è cosa stia accadendo alle diverse piattaforme interessate: Moshman afferma che “ tutti quelli non americani funzionano tranquillamente. Nel momento in cui scrivo Full Tilt Poker, Absolute Poker e Merge sono ok. Mentre PokerStars consente ai giocatori USA di fare il log-in e prelevare, ma non è consentito a loro giocare o trasferire denaro.”

Altra domanda alla quale ha dato risposta è sé è conveniente o meno effettuare il cash-out dal proprio conto. Qui Moshman risponde che se si avesse la possibilità di ricevere “i soldi istantaneamente a casa” allora si potrebbe anche pensare ad una soluzione simile, ma visto che i prelievi richiedono parecchi giorni tramite bonifico bancario o un assegno a questo punto vale la pena , sempre a parole sue, “far calmare le acque”.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Infine nelle ultime righe del suo intervento sul blog si legge come Moshman tracci un personale evolversi degli eventi: prima di tutto afferma che la situazione sia molto simile a quella di PartyPoker che da qualche anno rifiuta iscrizioni di utenti americani. “PokerStars e le altre poker-room potrebbero fare lo stesso, mentre altre invece sarebbero ben felici di farli iscrivere.”

Moshman prospetta un futuro che vedrà impegnate tutte le più grandi piattaforme a regolarizzare la propria posizione e operare legalmente, ma nel frattempo” potrebbe esserci una elevata possibilità che tutto il traffico di giocatori si sia trasferito da altre parti.”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari