Sunday, Oct. 24, 2021

Scritto da:

|

il 18 Lug 2011

|

 

Poker live: Indagine dell’Agenzia delle Entrate

Poker live: Indagine dell’Agenzia delle Entrate

Area

Non sarà un’estate tranquilla per i giocatori di poker italiani, qualche ora fa è arrivata la notizia che una offensiva congiunta di Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate sta per scattare nei confronti dei giocatori di poker del nostro pese.

Quelle che sino a qualche tempo fa sembravano essere solo voci di corridoio, indiscrezioni che trapelavano neanche troppo velatamente tra gli addetti ai lavori, ora trovano conferme in un comunicato emanato questa mattina dalla GF e della Agenzia delle Entrate.

Pare che questa nuova offensiva abbia come scopo principale quello di colpire i numerosi player italiani che ,secondo il comunicato stampa,  hanno sino a questo momento sfruttato una zona d’ombra per poter approfittare dell’immunità fiscale. L’operazione “All in”, così è stata definita dalla GF, per il momento sta spulciando tra le entrate conseguite nel periodo che va dal 2006 al 2009, ma di sicuro la situazione si estenderà a macchia d’olio anche oltre tale intervallo.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Stando a quanto riportato nel comunicato stampa, l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza stavano da tempo monitorando il settore del poker live, acquisendo informazioni importanti in merito alle vincite ottenute nei casinò esteri dai giocatori italiani. Attraverso la consultazione di fonti online e l’incrocio di tali informazioni con le banche dati in possesso dell’Agenzia delle Entrate non è stato difficile per la GF individuare in modo univoco tutti i giocatori interessati, ai quali sarà poi data la possibilità di controbattere dimostrando di aver adempiuto ai propri obblighi contributivi.

Inoltre nel comunicato è specificato chiaramente che : ”Una specifica disposizione del Testo Unico sulle Imposte sui Redditi (TUIR) sancisce chiaramente che i proventi in questione, se connessi a prove di abilità, sono da considerarsi sempre come “redditi diversi”, ovunque prodotti (art. 67), per l’intero ammontare percepito nel periodo di imposta e senza riconoscimento di alcuna deduzione per le eventuali spese sostenute (art. 69).”

Cosa succederà al poker Live italiano ? quali risvolti avrà sui tornei internazioni di poker, proprio nel momento in cui il movimento italiano cominciava ad acquisire credibilità.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari