Full Tilt Poker: quanti dipendenti rischiano il posto di lavoro? | Italiapokerclub

Saturday, Apr. 4, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 27 Set 2011

|

 

Full Tilt Poker: quanti dipendenti rischiano il posto di lavoro?

Full Tilt Poker: quanti dipendenti rischiano il posto di lavoro?

Area

Vuoi approfondire?

La notizia del taglio dei dipendenti che molto probabilmente Full Tilt Poker dovrà effettuare, ha mosso ancora di più gli animi di quei lavoratori che rischiano il posto di lavoro. Il problema principale è che nessuno dei dipendenti conosce il proprio futuro: Full Tilt Poker non informa nessuno dei dipendenti così la loro unica fonte di informazione resta internet con i vari siti specializzati sul poker.

Il taglio riguarda circa il 50% del personale della Pocket Kings, azienda associata a Full Tilt poker, con sede a Dublino: all’interno di questa società nessuno sa chi rimarrà o chi sarà costretto a lasciare.

Un impiegato francese, che è voluto rimanere anonimo, afferma: ”Noi al momento ci rechiamo sul posto di lavoro, ci sediamo e non facciamo niente tutto il giorno. Leggiamo le varie notizie sui forum e sulle bacheche. Sono tre mesi che non stiamo facendo niente. Se non saremo licenziati, cosa faremo dopo?. C’è molta incertezza.”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

I dipendenti sottolineano il fatto che la comunicazione da parte della direzione è stata in gran parte assente dopo il Black Friday e per il momento sono stati tenuti all’oscuro sugli sviluppi del caso. Un altro lavoratore, sempre anonimo, aggiunge: ”Anche quando le cose andavano bene c’era un bel po’ di distanza con la direzione principale di FTP. Ci dicevano il minimo indispensabile. Il morale in questo momento è molto basso.”.

Indiscrezioni dicono che siano state richieste anche spiegazioni presso la sede di Full Tilt Poker cercando qualche dichiarazione da Ray Bitar ma sembra introvabile nel suo ufficio di Dublino.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari