Tuesday, Jun. 25, 2024

Poker Online

Scritto da:

|

il 21 Mar 2017

|

 

Rino Fusco sulla vittoria al Sunday King: “Fa bene al morale dopo un periodo di downswing”

Rino Fusco sulla vittoria al Sunday King: “Fa bene al morale dopo un periodo di downswing”

Area

Vuoi approfondire?

Questa settimana a vincere il Sunday KING di People’s Poker non è stato un player qualunque.

I 9.300 euro del primo premio sono andati infatti al napoletano Rino ‘zuchillo88’ Fusco, che di mtt online se ne intende, visto che è anche un coach molto attivo.

Lo abbiamo contattato poche ore dopo il suo shippo per farci raccontare tutto sul suo momento pokeristico. Ecco cosa ci ha risposto:

Ci voleva proprio questa gioia domenicale. A livello economico la somma vinta non mi sposta più di tanto, ma per il morale è un toccasana.

Il mio 2017 è iniziato infatti con dei mesi assurdi di downswing. Da torneisti non si finisce mai di fare i conti con la varianza, soprattutto se si gioca come me ad ABI alto contro un field difficile e con pochi tornei in palinsesto“.

Rino, che fa il professionista da 4 anni, ci spiega qual è la sua routine: “Gioco solitamente la domenica, il lunedì e il giovedì.

Durante la settimana apro al massimo 7-8 tavoli mentre nel weekend sono un paio di più. Gioco principalmente su PokerStars ma anche su People’s Poker e iPoker.

Quando sono in sessione uso HM e PokerTracker come software, ma le statistiche mi servono solo contro i principianti per farmi un’idea di chi ho di fronte. Contro i reg uso le note e ho abbastanza history.

Ogni giorno poi faccio un paio di ore di coaching ai miei allievi, analizzando molte mani e quindi studiando costantemente.

Ogni due giorni inoltre mi faccio un paio di ore di studio per conto mio, utilizzando ICMIZER per approfondire i range di shove, reshove, eccetera“.

Tornando al KING vinto, Rino ci racconta: “Ho chiuso il Day 1 con 50x. A inizio Day 2 ho tolto lo stack a Marcello Miniucchi in una mano particolare.

Da lì in poi sono stato sempre almeno nella top 10 del count, poi nella top 3 e infine, da 20 left in poi, sono stato chip leader.

Fino al final table non ho giocato showdown, che io ricordi. Al tavolo finale c’erano al massimo un paio di reg, gli altri credo fossero giocatori occasionali. Alla fine ho sfruttato alla grande l’overlay, siccome non è stato coperto il garantito di 50k“.

 

 

L’attività di coaching interferisce in qualche modo nei tornei giocati da Rino? Glielo abbiamo chiesto e ci ha assicurato che chi lo conosce sa bene come è fatto:

Io sono uno che gioca contro chiunque, non farei softplay neanche contro il mio migliore amico. So però che purtroppo ci sono ragazzi che non si comportano altrettanto sportivamente.

Comunque sia nei domenicali più importanti è difficile capitare allo stesso tavolo con un socio o amico. Negli ultimi Sunday KING di People’s per esempio ci sono stati quasi 500 giocatori.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Il problema del poker online di oggi secondo me è piuttosto quello dei multiaccount, che difficilmente vengono denunciati.

Io stesso non farei mai una denuncia pubblica per due motivi. Primo, perchè non ho prove certe. Secondo, perché almeno posso continuare a sapere (o almeno a sospettare) chi c’è dietro a un certo account.

Se denuncio il presunto colpevole, questo semplicemente chiuderà il conto e se ne aprirà uno nuovo. Questo è il vero problema“.

Per finire Rino ci ha descritto per il livello attuale dei tornei in Italia: “Nel 2017 ormai c’è tantissimo materiale per studiare.

Perfino i più fish hanno un’idea di quello che devono fare. L’unico scoglio per un giocatore è l’ego. Bisogna rendersi conto dei proprio limiti, non dobbiamo crederci più bravi di quanto siamo in realtà.

Detto questo, bisogna studiare e basta. Se non si vince può essere frustrante, ti senti come il mio Napoli che gioca bene ma non vince mai nulla. Ma le gioie prima o poi arrivano“.

Segnatevi anche questo appunto: “Attenzione ai commenti alle mani che trovate in giro su Facebook. Il 90% sono inutili.

I giocatori bravi sicuramente non si mettono a rivelare i loro thinking process, appunto perché c’è già troppo materiale di studio in giro“.

 

 

Nella foto qui sopra, Rino si scatta un selfie con la sua ragazza Roberta, sulla quale dice: “Mi sostiene da quando stiamo insieme, ovvero da 5 anni. Da gennaio conviviamo“.

Chiudiamo con un pensiero al futuro pokeristico di Rino: “In linea teorica sono favorevole alla prossima liquidità condivisa, se non ci saranno problemi di tasse o simili.

Mi piacerebbe giocare contro spagnoli e francesi. Spero solo che non arrivino giocatori forti da troppe nazioni per approfittare del nuovo mercato“.

 

Se vuoi fare come Rino Fusco e vincere il Sunday King iscriviti a PokerYes!

 

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari