Thursday, Sep. 16, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 27 Apr 2017

|

 

Phil Ivey fa il coach per Paul Phua e rivela: “Giocare grandi somme non mi emoziona più”

Phil Ivey fa il coach per Paul Phua e rivela: “Giocare grandi somme non mi emoziona più”

Area

Vuoi approfondire?

C’è da lustrarsi gli occhi grazie alla squadra di coach che Paul Phua è riuscito a creare per la sua scuola di poker!

Già qualche mese fa vi avevamo parlato dell’ambizioso progetto di Phua, il quale continua a pubblicare su YouTube dei video didattici interessanti.

Uno dei primi grandi nomi arruolati da Phua per la sua scuola è stato quello del chiacchieratissimo Tom Dwan. Ora la lista di coach si allunga…

La settimana scorsa sul canale di Phua è apparso infatti un video con dei consigli utili ai principianti, provenienti direttamente da gente come Phil Ivey, Dan Cates e Dan Colman.

A fare notizia è stata soprattutto la collaborazione di Ivey, considerando le sue scarse apparizioni degli ultimi tempi ai tavoli da poker.

Nel filmato citato, propio Ivey per primo dà dei consigli per migliorare nel poker. “I principianti dovrebbero prendere nota delle loro mani.

Cercate di ricordarvi cosa stavate pensando durante certe mani per capire il perché avete giocato in un certo modo.

Un altro aspetto importante è la gestione dei soldi. Non bisogna trovarsi in situazioni dove puoi perdere più di quanto puoi permetterti. 

Ricordatevi inoltre che è più importante capire cosa ha l’avversario piuttosto che giocare il proprio punto. Bisogna aggiustare il gioco in base a quello.

Per finire, non giocare mai quando sei troppo stanco. Questo secondo me è importantissimo“. Ecco il video integrale, dove appare più volte anche il nostro Mustapha Kanit

 

 

Qualche giorno dopo è apparso un video dove il grande protagonista è solo Phil Ivey, nella rubrica ‘Conversation with Paul Phua’.

Ivey risponde a diverse domande. La prima dice: cosa rende grande un giocatore? Ecco cosa ne pensa Ivey: “Come in ogni altro sport o disciplina bisogna fare molta esperienza, analizzando tutto quello che si fa.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

La stessa cosa avviene anche nel basket, nel golf o nel calcio. I migliori giocatori sono quelli che lavorano più duramente e si esercitano di più“.

Phua è d’accordo: “Quelli di successo spendono ore a migliorare il loro gioco. Analizzano cosa hanno sbagliato in certe mani. Questo rende grandi i giocatori. Non smettono mai di migliorare“.

Molto interessante è ciò che Ivey dice quando gli viene chiesto se il poker lo diverte ancora: “Quando giochi così tanto, per tanti anni, è difficile provare ancora forti emozioni.

Certo, è divertente vincere grossi piatti contro certi avversari. Però giocarmi certe somme per me non significa più niente. È da tanto che non provo più quella sensazione, quel brivido che subentra quando si alza la posta in gioco.

Comunque sia, il poker non lo ritengo un lavoro perché mi piace giocare a poker. Mi piace giocare a carte in generale. Quando vado a giocare a poker non mi sembra mai di andare a lavorare, perché amo ciò che faccio“.

Phua aggiunge: “Tanti giocatori dopo 6 o 7 anni di attività cominciano a ritirarsi. Si vedono meno ai tavoli. Io gioco da oltre 7 anni. La voglia di giocare è rimasta, anche se forse non è la stessa degli inizi.

Un tempo giocavo tutto, anche l’1-2$. Oggi no. Quella volta giocavo tanto anche per imparare, non importavano gli stake“.

Ivey poi spiega cosa devono fare i giocatori quando perdono: “Nel poker, a differenza degli altri sport, è sicuro che prima o poi perderai. Non c’è modo di evitare le pessime giornate.

A volte devi sopportare settimane sfortunate e passare oltre questi swing. L’unica cosa che puoi fare è concentrarti sul gioco, dando il massimo.

A volte devi solo accettare la sconfitta. Inoltre devi mettere da parte l’ego quando non stai giocando al meglio e alzarti dal tavolo“.

Chiudiamo con l’elogio finale di Ivey a Phua: “Quando arrivi a un certo livello ti ritrovi a giocare contro i migliori al mondo.

Paul è straordinario perché invece ha iniziato giocando contro i migliori e adesso gioca ancora partite contro di loro, vincendo! Ha capito come batterli“.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari