Friday, Jan. 15, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 17 Nov 2013

|

 

“Tanti pokeristi vorrebbero imparare!” Il racconto del mentalista che ha sbalordito Dario Minieri

“Tanti pokeristi vorrebbero imparare!” Il racconto del mentalista che ha sbalordito Dario Minieri

Area

Vuoi approfondire?

L’ospitata di Dario Minieri alla trasmissione  di Sky Uno ‘Il Mentalista’ ha suscitato clamore nella comunità pokeristica.

Per rispondere alle curiosità sollevate dalla messa in onda, e spiegare cosa sia il mentalismo e quali rapporti lo leghino al poker, abbiamo parlato col mattatore del programma, il 41enne di Forlì Francesco Tesei.

IPC: Ciao Francesco. Per iniziare: come vi è venuta l’idea di chiamare Dario Minieri in trasmissione?

FT: Ciao a te e un saluto a tutti i lettori. Il programma è aperto alle eccellenze di vari ambiti, vogliamo entrare nelle loro competenze per evidenziare come abbiano tutte un fil rouge, un comune denominatore che è appunto la mente con le sue incredibili potenzialità. Nelle puntate successive, che andranno in onda ogni mercoledì a partire dal prossimo gennaio, mi confronterò con altre “stelle” come il cestista Gigi Datome o il campione di scacchi Sabino Brunello. Il poker ha molto a che fare con la sfera psicologica, come mi ha confermato anche Dario in studio: lui è una eccellenza e dunque lo abbiamo cercato per capire con che spirito avrebbe accettato la nostra proposta. Colgo l’occasione per ringraziarlo pubblicamente visto che si è messo in gioco senza remore di sorta dimostrando una grande sportività. 

IPC: Tra i nostri fan Facebook qualcuno crede che tu abbia ‘letto’ gli assi di Dario perchè il mazzo era segnato. Puoi smentire?

FT: Capisco questi dubbi, visto che il mazzo l’aveva portato Gianfranco Preverino, un bravissimo illusionista professionista appassionato di cartomagia e finissimo cultore delle tecniche dei bari. Ma ci posso mettere la faccia, e la mano sul fuoco, dicendo che assolutamente non era segnato. Anche perchè Dario nascondeva il dorso delle carte con entrambe le mani, vedeva il punto alzando solamente l’angolo: se avessi pensato di fare l’esperimento con un mazzo segnato sarebbe stato davvero un disastro! Devo comunque aggiungere che ho usato un baro per far vincere Dario non perchè con un comune mazziere avrei vinto io, ma perchè volevo che gli arrivassero tanti assi. L’ho incontrato per la prima volta quel giorno e mi sono subito reso conto che è una macchina da guerra. Sfidarlo a una partita a poker è un po’ come sfidare Muhammad Ali ad un incontro di box.

IPC: Cosa mi puoi dire della tecnica che hai usato con lui?

FT: Ti posso dire che il mentalismo è l’unione di illusionismo, psicologia e comunicazione, e che la bravura del mentalista sta proprio nel non far capire quale di queste tre componenti sia predominante in un esperimento. Aggiungo però che molte delle cose che faccio riguardano anche le microespressioni del volto, sulla scia degli studi di Paul Ekman, lo psicologo cui è ispirato il protagonista della serie televisiva Lie to me

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

IPC: Hai mai pensato di usare queste tue abilità al tavolo verde?

FT: Sono un pessimo giocatore di texas hold’em, prima di incontrare Dario neanche sapevo le regole. Fondamentalmente sono un uomo di spettacolo: per me non c’è niente come l’adrenalina del salire sul palcoscenico davanti a duemila persone che si aspettano due ore di show ad alto ritmo. Certo, quando mi hanno detto i milioni di euro che Dario ha vinto in carriera, a soli 28 anni, un pensierino ce l’ho fatto (sorride)… ma non potrei mai perchè la mia natura è un’altra. Però è vero che mi hanno scritto dei giocatori di poker chiedendomi se davo lezioni.

IPC: Stai dicendo che hai introdotto dei giocatori alle tue conoscenze? Fa paura…

FT: No, non ho mai dato lezioni anche perchè non ne ho il tempo. Inoltre, così come i giocatori mi chiedono corsi per imparare a leggere il microlinguaggio del corpo, altri ne vorrebbero per esempio sulla memoria… dovessi dar retta a tutti mi ritroverei in una situazione ingestibile. Anzi: visto che temo che questa intervista farà aumentar le mail di pokeristi che vogliono lezioni, chiarisco da subito che non ho tempo!

 

 

La versione completa dell’intervista uscirà sul prossimo numero di Poker Sportivo, il più letto mensile di poker in Italia, ora disponibile anche in formato digitale per Iphone e Ipad: scarica gratis la app dall’App Store!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari