Sunday, Apr. 21, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 25 Gen 2019

|

 

Come ‘abusare’ di un range cappato?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Come ‘abusare’ di un range cappato?

Area

Vuoi approfondire?

In una delle ultime puntate del Poker After Dark l’australiano Adrian Attenborough (player da oltre 1.200.000$ di vincite live) ha dato un saggio delle proprie qualità attuando un bluff in una situazione perfetta.

Ve lo abbiamo detto tante volte: se vogliamo provare a vincere il piatto con nulla in mano dobbiamo cercare di raccontare una storia credibile, o per meglio dire, dobbiamo cercare di rappresentare un punto compatibile con il nostro range e la nostra condotta.

Lo spot non è tra i più spettacolari ma è davvero didattico: su blinds 50/100$, Justin Young apre a 300$ da mp con J4. Anthony Alberto flatta da bottone con K10, Attenborough chiama da small con 9J. Call e open sicuramente discutibili ma il format hybrid incita e deforma l’action: i blinds salgono infatti esponenzialmente con il passare dei minuti e il sit’n’go in questione costringe a prendere scelte decisamente discutibili in un ring game classico.

Detto ciò, passiamo al post flop.

Il flop recita 10Q5.

Attenborough checka, Young checka, Alberto betta 500$, Attenborough chiama, Young passa.

Il turn è un A su cui bussano sia Adrian che Anthony.

Il river è un 5 su cui Attenborough overbetta 2.400$ su pot da 2.100$.

Questa, a nostro avviso, è la size perfetta su un runout perfetto. Quando Alberto checka back turn possiamo verosimilmente escludere tutti i flush e le scale, ipotizzando abbia tantissime volte Q-x, T-x, con ‘protezione a fiori’, come in effetti ha più rari A-x.

Attenborough dal canto suo può rappresentare perfettamente flush, scala, e addirittura qualche 5-x. Non avendo il minimo valore di showdown, la bet con 9-J è pressoché obbligatoria. E la size da utilizzare deve necessariamente essere corposa: non potendo escludere A-x e soprattutto Q-x e non avendo troppe info sul desiderio di bluff catch dell’avversario, la puntata deve essere necessariamente polarizzante. Pleonastico aggiungere che sceglieremo la stessa size anche qualora avessimo davvero colore, scala o trips!

Alberto folda rapidamente (forse troppo!) e Attenborough incassa: nice hand!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari