Thursday, Sep. 23, 2021

Strategia

Scritto da:

|

il 19 Mag 2021

|

 

Alec Torelli: Il tuo ego un grande nemico al tavolo, ecco come tornare oggettivi

Alec Torelli: Il tuo ego un grande nemico al tavolo, ecco come tornare oggettivi

Area

Vuoi approfondire?

Per essere grandi giocatori di poker il percorso non è privo di ostacoli.

Nessuno di queste è semplice da superare, ma almeno per la parte matematica, odds e percentuali, possiamo trovare le risposte su qualche libro o articolo, prendere la calcolatrice e con il giusto impegno migliorare.

L’aspetto mentale è quello più complicato da gestire. 

Il neo-italiano Alec Torelli ha condiviso sul suo canale YouTube un buon consiglio per intervenire in uno degli ostacoli mentali più comuni del poker, quando l’ego e le emozioni interferiscono nel nostro pensiero razionale.

“Bisogna essere consapevoli che l’ego è nostro nemico quando arriva il momento di prendere decisioni al tavolo da poker. Quello che dico sempre ai miei clienti è che c’è una grande differenza tra sapere quale sia la mossa giusta da fare a livello razionale e poi fare davvero quella giocata sul campo.

Forse può esserti capitato di giocare una mano e poi in restrospettiva dire ‘Era davvero ovvio che stesse bluffando’. Ma allora perché hai chiamato al river?

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Credo che questa cosa succeda in gran parte perché ci sono ego ed emozioni che tagliano la strada al processo decisionale e oscurano il giudizio

I migliori giocatori sono capaci di creare una separazione tra il risultato che vogliono ottenere e la migliore decisione possibile, e riescono a inseguire la verità in quel momento. Sono capaci di non chiedersi cosa vogliono che succeda, ma cosa sia reale, cosa può davvero avere l’avversario, quale sia la miglior giocata.”

Probabilmente a tutti prima o poi è capitato di incappare in questo problema. La soluzione? Secondo Torelli bisogna astrarsi:

“Un esercizio che mi piace condividere con i miei clienti è di provare a creare questa separazione tra se stessi e il proprio ego guardando la situazione in maniera oggettiva, come se fossi una persona che dà consigli a chi sta giocando

Fai finta di guardare te stesso mentre sei al tavolo che giochi a poker, e ti dai dei suggerimenti, dei consigli dall’esterno. Questo aiuta a creare quella separazione che credo davvero possa aiutare a vedere la situazione in maniera oggettiva e fare ottime scelte in tempo reale.”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari