Tuesday, Dec. 7, 2021

Strategia

Scritto da:

|

il 20 Ott 2021

|

 

Strategia Freezeout. Come affrontare un torneo a pallottola unica in tutte le sue fasi

Strategia Freezeout. Come affrontare un torneo a pallottola unica in tutte le sue fasi

Area

Vuoi approfondire?

Le World Series of Poker 2021, come tutti sapete sono in corso e abbiamo già visto un po’ di tutto, dalle deep run di Pescatori, Sammartino e Kanit che si sono tutti portati a pochi passi dal braccialetto, al 16° monile di Phil Hellmuth, fino ai nomi grossi che sembrerebbero in gran forma, come Chance Kornuth.

Non solo questo, i giocatori della series hanno dato vita a un buon numero di iscritti nei tornei freezeout.

L’attuale scena dei tornei di poker è dominata da eventi con più rebuy e re-entry illimitati, quindi i giocatori di poker potrebbero essere perdonati per aver dimenticato una o due cosine quando si tratta di eventi a una sola pallottola.

È recentemente uscito un pezzo su PokerNews, peraltro scritto da Calum Grant, che si pone l’obiettivo di  rinfrescare la memoria a chi ha perso la mano per il resto degli eventi freezeout delle WSOP.

Questi sono gli eventi Freezeout che si devono ancora disputare al Rio di Las Vegas, prima della conclusione delle WSOP:

Tornei Freezeout WSOP 2021

Tornei Freezeout WSOP 2021

Che cos’è un torneo Freezeout?

Probabilmente la forma più pura di poker da torneo, il termine freezeout deriva dal fatto che una volta eliminato dall’evento, non puoi rientrare in campo.

I freezeout sono diminuiti nell’arco degli anni e nelle serie di tornei di poker, poiché i giocatori di poker guardano agli eventi con garantiti appetitosi che solo i tornei re-entry possono offrire. A causa della natura dei freezeout, i loro montepremi dei tornei, oltre al Main Event delle WSOP, sono spesso sminuiti dal fatto che non si possa rientrare.

Un vantaggio di questi eventi è che livellano il field fino a un certo punto. Ad esempio, se un giocatore ricreativo dovesse eliminare un professionista o un grande nome, quel giocatore non dovrà più affrontarlo. Questo impedisce ai giocatori con le finanze più capaci, di avere un vantaggio su un’ampia porzione del field che potrebbe essere in grado di sparare solo uno o due proiettili.

Strategia: le tre fasi del Freezeout Tournament Poker

Fase iniziale

Se ti registri per un torneo freezeout all’inizio dell’evento, scoprirai di avere molti big blind con cui giocare. Prendi ad esempio l’evento Monster Stack per esempio, ai giocatori viene dato uno stack iniziale di 50.000 con bui che iniziano a 100/200 – che risulta essere 250 big blind! Ora, solo perché hai un sacco di chips con cui giocare, non significa che devi usarle fin dall’inizio.

È stato spesso teorizzato che conservare i gettoni dovrebbe essere il piano di gioco nelle prime fasi dei tornei di poker freezeout. Ovviamente dovresti puntare al massimo valore possibile con le tue mani fatte, tuttavia non c’è bisogno di metterti a rischio con mani marginali. Ci saranno momenti e situazioni future per accumulare stack di qualcun altro, quindi ricorda che la pazienza è la chiave nei primi livelli.

Dall’altra parte c’è invece chi teorizza che dovresti giocare di più con più aggressività nelle prime fasi in questo formato poiché potresti essere in grado di capitalizzare gli errori dei giocatori più deboli e punirli. Tuttavia, se una lettura in un punto difficile non è corretta, potresti trovarti in modalità sopravvivenza all’inizio o addirittura essere eliminato.

I migliori consigli per la fase iniziale

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.
  • Non impegnare chip con mani marginali
  • La pazienza e la disciplina ti aiuteranno a evitare situazioni difficili
  • Estrai il massimo valore con le tue mani forti

Fase intermedia

Il modo in cui giochi le fasi intermedie dei tornei freezeout dipende interamente dalla dimensione del tuo stack. L’idea principale rimane la stessa in quanto la sopravvivenza dovrebbe essere la priorità numero uno, ma devi essere più attivo in questa parte del torneo.

Ora, a meno che tu non abbia uno stack mostruoso, ti ritroverai spesso ad avere uno stack di 30-50 big blind in questa fase dell’evento. Se ti ritrovi con un numero medio di chip in questa fase, vorrai iniziare a rubare i bui più spesso. Il modo migliore per farlo è mettere pressione sui bui in piatti non aperti quando agisci dalle ultime posizioni sul tavolo. Puoi rilanciare preflop con una percentuale più ampia di mani e le tue puntate troveranno meno resistenza poiché hai solo bisogno di un paio di giocatori per passare per farti vincere i bui e gli ante.

Vuoi e puoi farlo di più qui che nelle fasi iniziali poiché le chips hanno un valore maggiore a questo punto della partita e raccogliere circa due o più big blind quando hai uno stack di trenta e qualcosa è un aumento significativo.

D’altro canto, dovresti anche cercare di evitare i piatti con avversari che ti coprono. Questi giocatori possono metterti in terribili situazioni in cui potresti trovarti a rischio di eliminazione. Se hai una mano davvero forte, ovviamente dovresti mettere le tue chips nel mezzo, ma come nelle fasi iniziali dovresti essere più cauto con le tue mani di forza media.

Un altro fattore da considerare quando ci si trova nei livelli intermedi è il gioco della bolla. È molto probabile che nei freezeout di grandi dimensioni, come il Monster Stack, lo scoppio della bolla si verifichi questo momento del torneo. Questo è un altro punto in cui puoi esercitare pressione sugli stack più bassi per rubare i piatti, poiché quelli con solo pochi big blind vorranno giungere a premio.

Suggerimenti per la fase intermedia

  • Cerca di mettere i piccoli stack sotto pressione vicino alla bolla
  • Evita gli scontri con stack più grandi
  • Sii più aggressivo nelle ultime posizioni per rubare i bui

Late stage

A questo punto, si spera che tu abbia fatto In The Money e ti sia messo in tasca almeno un piccolo profitto per la giornata. Come nella sezione precedente, il modo in cui giochi le fasi successive di questi tornei è dettato da quante chips sei riuscito ad accumulare durante i livelli precedenti.

Qui è dove dovresti avere un piano di gioco vincente, sei arrivato fino a questo punto quindi dovresti mirare ad andare via con il bottino del primo posto, specialmente se hai un grosso stack.

In veste di uno dei chip leader, devi continuare a fare pressione su stack più piccoli ti farà guadagnare chips e allo stesso tempo indebolire ulteriormente i tuoi avversari. Hai anche il vantaggio di non danneggiare troppo il tuo stack se hai bisogno di passare preflop se qualcuno fa all-in o 3-betta la tua apertura. Puoi giocare un po’ più spavaldo per mettere gli altri giocatori in situazioni scomode.

Se ti trovi intorno ai 10-15 big blind e non sei un giocatore molto esperto, sarà semplicemente una questione di all-in o fold. Rubare i bui adesso significa incamerare le chips che hanno il loro valore più alto, quindi ancora una volta raccogliere quei due bui è troppo importante. Nelle posizioni successive, mettere le tue fiches nel mezzo con qualsiasi asso, carte broadway forti, coppie e alcuni connector dello stesso seme sono tutte buone mosse da fare, tuttavia dovresti memorizzare i i range di push/fold da tutte le posizioni al tavolo per assicurarti che il tuo gioco sia il quello corretto.

Dovresti prenderti il ​​tempo necessario per afferrare le basi dell’ICM e il gioco profittevole per quando sei vicino al tavolo finale. A volte quello che sembra un call dovrebbe essere un fold basato sugli stack intorno a te e sui premi offerti.

I migliori consigli per la fase finale

  • Con uno stack grande, continua a fare pressione sugli stack più corti
  • Attenzione a ICM
  • Impara i range di push/fold

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari