Friday, Mar. 22, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 10 Nov 2011

|

 

15 comandamenti per un Mindset Heads Up perfetto

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

15 comandamenti per un Mindset Heads Up perfetto

Area

Vuoi approfondire?

Sono “ilcreativo85“, grinder di poker online sulle poker rooms italiane, e nel Team Sisal Poker Friends. Gioco da molti mesi gli Heads Up, sono a un punto molto buono, ma ogni tanto mi accorgo di “uscire dai binari” e quindi avendo qualcosa di scritto mi può essere utile rileggerli di tanto in tanto.

Sembrano 15 precetti scontati a leggersi, ma poi sappiamo tutti che non è sempre facile attenersi alle regole. Ecco le mie regole per migliorare le skills nei testa a testa!

  1. Gioco per il lungo periodo, il breve conta meno di zero, giocando rollati almeno 200x nessuna fluttuazione può farmi “deragliare”
  2. Giocare a un livello che si è certi di poter battere
  3. Non guardare come sta andando monetariamente la sessione, poichè il breve periodo non conta bisogna concentrarsi solo sulle decisioni +ev da prendere: pertanto quando la giornata comincia bene non si gioca per concluderla in attivo, se comincia male non si gioca per pareggiare
  4. Se si è vincenti non bisogna abbattersi dopo lunghi periodi non troppo positivi, bisogna avere fiducia nelle proprie potenzialità nel proprio main game senza farsi attrarre da altre discipline di poker in un momento in cui si è più fragili
  5. Non giocare quando non sono per salute o umore al 100%. Il gioco non deve risentire di fattori esterni
  6. Non giocare quando si hanno problemi in real life, quando non si è tranquilli, quando si è stanchi, quando si ha sonno
  7. Non giocare leggendo forum, parlando al telefono, guardando film o facendo altre attività che possano in qualche modo distrarmi
  8. Fermarsi quando ci si rende conto che non si è + al 100% e che si stanno prendendo decisioni diverse dal solito (tilt)
  9. Non farmi prendere dalle emozioni. Giocando per lavoro e quindi per denaro, ciò che succede nel bene o nel male non deve influenzare le mani successive. Le emozioni teniamole per gli eventi live o i tornei tra amici
  10. Non abbattermi dopo un periodo negativo, non esaltarmi dopo uno positivo. Non pensare mai di sapere abbastanza, devo sempre migliorare per superare chi è ancora più bravo di me
  11. Prendere le decisioni giuste in base agli indizi che si hanno, non farsi influenzare dai soldi che si stanno mettendo in gioco
  12. Non insultare gli avversari, non si fa altro che indottrinarli. Molti che sembrano donk sono solamente giocatori alle prime armi, vedendosi attaccati potrebbero farsi delle domande che potrebbe portarli a rivedere il proprio gioco danneggiando noi
  13. Non pensare che i miei avversari ragionino come me, piuttosto capire a che livello di pensiero stanno e posizionarsi a un livello esattamente sopra (non uno in più)
  14. Giocare ogni mano come se fosse la prima senza farsi influenzare dalle precedenti. Le mani anteriori devono solo servire per raccogliere indizio sugli avversari
  15. Dimenticare le sessioni giocate quando si è in real life, il lavoro non deve in nessun modo far perdere sapore alla nostra vita quotidiana. L’umore non deve mutare a seconda di come sia andata la sessione, lo stesso valga per l’umore di chi ci circonda, non deve dipendere da ciò che ci è successo ai tavoli


Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari