Friday, May. 24, 2024

Strategia

Scritto da:

|

il 28 Lug 2023

|

 

Reazioni alla varianza e bad beat: l’atteggiamento personale fa da spartiacque

Reazioni alla varianza e bad beat: l’atteggiamento personale fa da spartiacque

Area

Se avete letto i nostri due precedenti articoli sulla voglia di diventare un buon giocatore di poker scaturita dal fragore che producono le World Series Of Poker, di certo non potete perdervi l’ultimo, quello che avete sotto il naso, per avere un quadro un pochino più completo rispetto alle vostre necessità.

In prima analisi vi avevamo parlato di piano di studi, tutta quella parte iniziale, quindi, che serve per preparare il campo per gli step successivi, quelli prettamente pratici e tecnici.

In seconda battuta vi abbiamo consigliato in primis di dare uno sguardo alle varianti, atto fondamentale per non trovarvi impreparati ad ogni necessità e poi di tenere nota di tutte quelle che sono le variazioni più o meno corpose del vostro bankroll.

Oggi chiudiamo questo trittico di articoli provando a darvi i due ultimi consigli per provare a riuscire in un mondo così competitivo. Va da sé che la buona volontà, la pazienza e la costanza, le dovrete mettere voi.

Le reazioni alle sconfitte

Uno degli step più importanti che fanno da spartiacque tra i giocatori occasionali e quelli che aspirano a qualcosa in più è invece quello che fa capo alla reazione che si ha nel bel mezzo della tempesta. 

Abbiamo parlato centinaia di volte dei danni che può procurare la varianza in un percorso come quello di un pokerista, ma la capacità di assorbire i periodi in cui si runna inferno e, nel breve periodo, le bad beat, spesso fanno tutta la differenza del mondo.

Un altro modo in cui il monitoraggio delle statistiche può aiutare è infatti quello di gestire le vicissitudini della varianza. Quando perdi una mano, la mancanza di obiettività è ciò che ti impedisce di considerare la tua brutta giocata come una bad beat e, di conseguenza, non imparare nulla da essa. All’estremo opposto, quella stessa mancanza di obiettività è anche ciò che ti porta a variare il tuo gioco quando invece hai fatto tutto bene ma hai comunque perso a causa di quella che in genere si considera sfortuna.

Mettere sul tappeto in maniera oggettiva quelli che sono i passaggi di un gioco ottimale e mischiarli con la varianza senza soppesarli a compartimenti stagni, è qualcosa che potrebbe diventare deleteria per i risultati nel medio periodo.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Un gioco, ma non soltanto quello

Chi vi scrive ha avuto la possibilità di discutere di poker con tanti giocatori, ma tra le frasi che più mi sono rimaste dentro, quella di un precursore del poker moderno del nostro Paese, LucioM, fu quella che mi piacque più delle altre, e cioè quella che faceva più o meno così: “se vuoi cominciare a vincere a questo gioco, devi iniziare a familiarizzare col fatto che devi abbandonare piano piano porzioni di divertimento e incanalare le tue energie verso lo studio e la serietà“.

Bene, io penso che non esista consiglio migliore per provare a intraprendere una carriera da pokerista che non si fermi al semplice e puro svago con degli amici per passare qualche ora diversa dalle altre.

È facile trattare il poker come un gioco, perché lo è. Tuttavia, quando inizi a giocare in modo un pochino più serio, devi cominciare a comportarti come farebbe un professionista, anche se la professione del pokerista, lo ricordiamo, in Italia non è riconosciuta dal nostro ordinamento.

Ciò significa cose ovvie come dedicare ore al tavolo da poker e allo studio, tenere separato il tuo bankroll dalle spese generali e, se hai la residenza all’estero, assicurarti di presentare i documenti fiscali appropriati.

Ma significa anche assicurarti di essere ben riposato, sotto il regime di un’alimentazione congrua e di un ambiente privo di distrazioni durante le tue sessioni. Se hai un piano di studi, una buona conoscenza generale e, in seguito, un po’ più articolata specialistica del poker, una documentazione cartacea o virtuale che dimostri un gioco proficuo, un occhio oggettivo alla varianza e un atteggiamento professionale, allora potresti essere nella posizione giusta per considerare di diventare un giocatore con un prospetto interessante.

 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari